Abbiamo aggiornato la nostra Informativa Privacy. Consulta il nuovo testo qui.

Come si omaggia la storia di una donna straordinaria, preservando la sua essenza ma guardando al futuro (come avrebbe insegnato proprio lei)? Chanel risponde insieme allo storico naso Olivier Polge, scrivendo un nuovo capitolo della sua storia con Gabrielle: una nuova frangranza e un nuovo flacone, ma soprattutto un nuovo nome che è un'ode alla donna che ha rivoluzionato non solo la moda, ma anche il mondo della profumeria.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

La personalità di Gabrielle fatta profumo. Il suo lato pubblico e privato, il temperamento indomabile e l'inaspettata propensione all'amore vissuto con estrema passione: queste sono le parole (ri)scrivono la storia di Mademoiselle Coco, attualizzandola nel presente e diventando una nuova ode a tutte le donne del mondo. Più che solo una fragranza, un messaggio che vuole ispirare tutte le donne a essere coraggiose, appassionate, rivoluzionarie. A esprimere se stesse senza riserbo, andando contro le convenzioni sociali e stilistiche della propria epoca. Naturalmente, anticipando il futuro. La frase di Gabrielle da ripetere come un mantra? "Voglio essere parte di ciò che accadrà".

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

I segreti del nuovo flacone. Una vetro sottilissimo, un tecnicismo che ha lucidato e spinto la "marloquette" verso l'esterno, una lamina opaca del tappo tra l'oro e l'argento che ha preso ispirazione dai tessuti Haute Couture custoditi al Patrimoine della maison. Pochi sanno che la realizzazione del nuovo flacone ha richiesto anni di sviluppo. Le curiosità? Il tappo è stampato usando uno stampo personalizzato, per poi essere lucidato e immerso in un bagno anodizzato per ottenere il suo colore lamé dorato. Osservando poi attentamente, l'interno della nuova confezione riprende la silhouette di una perfetta fodera di una giacca grazie a un processo di goffratura, che sembra avvolgere con morbidezza tutto il flacone.

La formula (perfetta) di Olivier Polge. Ovvero: l'incontro tra l'ylang-ylang, il gelsomino, il fiore d'arancio accostati a un tocco di tuberosa coltivata a Grasse. Questo però è solo il punto di partenza. Volete scoprire i segreti del naso più acclamato del mondo? Et voilà: ha aumentato l'intensità del gelsomino, ha lavorato i petali d'ylang-lang con note di muschi bianchi, rendendoli ancora più vellutati. Ha ammorbidito la tuberosa con legno di sandalo, per poi esaltare la freschezza del fiore d'arancio con scorza di mandarino e pompelmo, e un tocco di ribes. So chic!

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da #MCLikes Chanel
Gioielli Chanel Cosa si nasconde nell'atelier Chanel
#COCOMADEMOISELLEINTENSE

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
A me gli occhi(ali)

La Primavera di Chanel

Mademoiselle Intense
Kristen loves Gabrielle


Coco prima di Chanel
Scent of a Woman

Profumo di nuovo

Chanel N°5 è nuovo!