Che slancio può avere, 95 anni dopo, un bouquet olfattivo nato dall'urgenza creativa di studiare un aroma per la contemporaneità? E soprattutto: chi può avere l'audacia di rinnovarlo, mantenendo il suo leitmotiv di freschezza? Investito per svolgere un compito che definire "arduo" è un eufemismo, il "naso" della maison Olivier Polge, ha cercato le risposte studiando vita, opere, miracoli e sfide di Coco Chanel. Ma non solo, ha trovato nuovi equilibri tra storia, contemporaneità e avvenire, tra le aleidi che sanno di scorza di arancia e le note di fondo, gelsomino e vaniglia (e le note floreali: rosa, gelsomino e ylang ylang).

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Nasce così il nuovo N°5 L'Eau: non un'acqua di colonia ma un vero e proprio elogio alla semplicità, che continua a perpetuare spensieratezza e voglia di futuro. Una fragranza che scatena l'allure (olfattiva e non) di Chanel, raffinatezza allo stato puro. Per enfatizzare, sottolineare, riproporre più forte che mai l'idea di femminilità ed eleganza di Madame Coco. Il plus? Il packaging ancor più delicato. Benvenuto N°5 L'Eau, bentornata leggerezza.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da #MCLikes Chanel
Gabrielle Chanel Un anno nel mondo di Gabrielle Chanel
Gioielli Chanel Cosa si nasconde nell'atelier Chanel

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
image #COCOMADEMOISELLEINTENSE

image A me gli occhi(ali)

image La Primavera di Chanel
image Mademoiselle Intense


image Gabrielle, c'est moi!
image Kristen loves Gabrielle

image Coco prima di Chanel

image Scent of a Woman