#Likes Stylish Women

Le 26 icone di MCLikes posano per un servizio di moda esclusivo.

Le icone di MCLikes posano per un servizio di moda esclusivo a cura di La Double J -  Viviana Volpicella
Courtesy Photo

26 testimonial di oggi: chi sono le icone di #MCLikes e come raccontano la loro idea di stile ed eleganza? Scoprilo qui sotto e nella gallery.

MARIA LUISA FRISA
Curatore, critico, direttore del corso di laurea in design della moda e arti multimediali alla IUAV di Venezia
«Stile significa essere sempre fedeli a se stessi. C’è uno sforzo di autoconoscenza che ha bisogno di un continuo aggiustamento. Lo stile è educazione permanente, un esercizio creativo importante, che vuole studio. Il mio è errante, episodico, ripetitivo e disordinato».

NOONA SMITH-PETERSEN
Fondatrice di un’agenzia di comunicazione e pubbliche relazioni
«Eleganza understated e sentirsi a posto nei propri “panni” sono i miei pilastri: scelgo pezzi minimal e con un twist maschile, che arriva dalle mie radici danesi. La giacca è come una seconda pelle, insieme alla camicia bianca. Adoro le sneakers abbinate a tuxedo e abiti lunghi».

PAULA CADEMARTORI
Imprenditrice e designer
«È importante la consapevolezza della propria fisicità e dei propri punti di forza. Conta non solo ciò che si indossa, ma anche come ci si presenta. Ma lo stile deve essere soprattutto qualcosa con cui divertirsi!».

NINA YASHAR
Gallerista fondatrice di Nilufar Gallery
«Sapersi valorizzare anche nel portamento, elemento ormai troppo spesso trascurato, è la mia unica linea guida. Ricercatezza, copricapi e orecchini completano il mio guardaroba».

MARPESSA HENNINK
Consulente e ambasciatrice per Dolce & Gabbana Alta Moda (e mamma di Ariel)
«Come dicono spesso molte donne della mia età, anche io non mi sono mai sentita meglio nella mia pelle come in questo momento. Il mio leitmotiv è sempre stato: vestiti per piacere a te stessa. Lo stile è innato, la moda acquistata».

BARBARA FRUA
Interior designer
«Ho un gusto piuttosto classico e tradizionale, che non dimentico di rendere, però, contemporaneo con la particolare attenzione per i colori. Una persona riesce a rendersi indimenticabile quando non segue i dettami della moda alla lettera, ma riesce a esprimere nell’aspetto il suo carattere unico e distinguibile».

MARTA FERRI
Dressmaker
«La personalità e gli abiti da soli non bastano: si accendono solo se portati con carisma. E una donna “accesa” non si può mai dimenticare. Riesco a trasmettere me stessa in ciò che indosso, vivo dentro ai miei abiti e li interpreto a modo mio. Non rinuncio al colore, che mi regala grinta e strappa un sorriso a me e agli altri».

DELFINA DELETTREZ FENDI
Jewelry designer
«Una donna si rende indimenticabile quando ha totale controllo sull’abito e mostra piena coscienza di ciò che indossa. Personalmente non rinuncerei mai alla libertà di spaziare da una certezza estetica all’altra, mi piace non rimanere incastrata o etichettata in una sola categoria. Più che seguire il mio umore, uso gli abiti per costruirlo giornalmente. Quello che indossiamo ci influenza così tanto, nei movimenti e nei pensieri, che mi piace creare attraverso i vestiti una miscela di sieri emotivi. Passo dal casto e rigoroso dell’uniforme delle suore, che porto spesso quando lavoro, a uno stile androgino, per mimetizzare la mia femminilità, fino a ricoprirmi di pelliccia quasi a sembrare un uccello tropicale».

TERESA MACCAPANI MISSONI
Designer progetti speciali e brand ambassador Missoni
«Ho uno stile decisamente eclettico, ma non rinuncio mai a un paio di semplici friulane, ad alcuni gioielli che sono per me come amuleti, ad altri pezzi ricordo di viaggio o regali di persone speciali. Il fascino di una donna contribuisce a renderla un riferimento di stile. In questo senso io penso subito alle mie nonne».

MARIE-LOUISE SCIO
Direttrice creativa e direttore generale del gruppo Pellicano Hotels
«Il traguardo massimo è riuscire a riflettere nell’esteriorità la nostra personalità e ciò che siamo. Amo molto le linee pulite, l’eleganza semplice e senza tempo, con un tocco di sperimentazione di stilisti, vedi Iris Van Herpen e Alexander McQueen. Il mio segno distintivo, però, sono i capelli sempre raccolti e tirati alla perfezione. Quindi dovrei citare l’elastico come accessorio irrinuciabile!».

GENTUCCA BINI
Designer
«Il mio stile personale è un inno alla comodità, tanto che non rinuncio mai a una borsa capiente per portare tutto con me. Lo charme che una donna riesce a trasmettere a volte influenza la sua immagine tanto da renderla una figura impressa nella memoria condivisa. Così nasce un’icona. Nel mio lavoro di designer amo partire da queste figure per intaccarle di volta in volta con un elemento di contrasto, in modo da creare un linguaggio contemporaneo».

CAROLINE CORBETTA
Curatore d’arte contemporanea
«Attraverso l’apparenza cerco di offrire una rappresentazione sintetica di quello che sono. Questo include indossare sempre delle scarpe appariscenti. L’aderenza del look alla propria personalità è la chiave: metto la sincerità sopra ogni cosa. Le celebrity di oggi cambiano troppo in fretta per essere dei riferimenti, preferisco trovare ispirazione nell’arte e nella letteratura».

ROSSANA ORLANDI
Gallerista di nuovi talenti
«Mi hanno spesso definito trendsetter, ma non amo molto questa parola. Sono una donna dallo stile piuttosto semplice, non voglio essere “portata” dagli abiti che indosso, ma interpretarli sempre. Gli occhiali mi erano indispensabili per la vista, per cui li ho voluti rendere una mia firma».

CAROLINA CASTIGLIONI
Direttore creativo dei progetti speciali Marni
«Amo mixare pezzi diversi, a volte anche un po’ stravaganti. È sempre bello quando l’eleganza di una donna e la sua impronta inconfondibile riescono a lasciare il segno nella memoria. Personalmente non ho un’icona famosa a cui guardo: trovo questa parola troppo tranchant».

SARA BATTAGLIA
Fashion designer e direttore creativo
«La naturalezza con la quale una donna indossa un abito, a prescindere dal suo valore economico, è il tratto che la rende per me diversa dalle altre. Per questo cerco di mostrare uno gusto personale non forzato o studiato, anche se amo essere glamour ed elegante. La cosa più importante è sentirsi a proprio agio, e spesso corrono in aiuto gli accessori, che sono la mia passione. Infatti disegno borse, ma sogno di creare un vero e proprio lifestyle brand».

DONATA SARTORIO
Giornalista di moda e autrice di libri di costume
«Nei giornali in cui ho lavorato ho sempre cercato di trasmettere alle lettrici che non si deve “seguire la moda” delle riviste o delle sfilate. È innegabile, tuttavia, che tutti in maniera inconsapevole ci affidiamo a un certo nostro intuito o gusto personale quando scegliamo cosa metterci. Nei miei armadi ritrovo continuamente pezzi che ho adorato per anni e che si assomigliano fra loro: dal mio periodo “classico” all’amore per il nero, fino agli abiti da sera. Dal momento dei mocassini piatti a quello dei tacchi altissimi. Ho avuto tante enormi borse di cuoio, comode e capienti, mentre oggi esco spesso senza e metto tutto in tasca».

TAMU MCPHERSON
Fondatrice e anima creativa di Alltheprettybirds.com
«Il denim è il tratto distintivo del mio abbigliamento, che mi piace definire quasi avventuroso. Mostrare sempre sicurezza contribuisce a renderci indimenticabili. Amo il gusto speciale ed “effortless” di tutte le mie amiche, dal cui aspetto riesco sempre a intravedere il forte temperamento».

RENATA MOLHO
Giornalista e scrittrice
«Definirei il mio stile emotivo e analogico. Non rinuncio mai a un bel cappotto, tacco basso e a un errore inaspettato che disturbi l’eventuale simmetria. Fondamentale l’adesione del proprio umore con ciò che si indossa. Le donne più carismatiche intendono intuitivamente la propria estetica come una fisiologica conseguenza della propria intelligenza».

CECILIA BRINGHELLI
Fondatrice e designer del brand di scarpe e accessori CB Made in Italy
«Mi piace mostrare un look senza tempo, semplice, autentico, discreto e pratico. Indosso sempre una sorta di portafortuna: una catena con tutti i ciondoli regalati dalle persone che amo, nei momenti importanti della mia vita. Penso che l’eleganza parta dalle nostre qualità interiori, come educazione e raffinatezza. È legata a nostri movimenti istintivi, di una mano per esempio, o a un sorriso».

CAROLINA NERI e BÉRENGÈRE LUX
Designers dei bijoux CA&LOU
«Siamo amiche da oltre dieci anni ed entrambe abbiamo lavorato nel mondo della moda. Eppure i nostri stili sono molto diversi, anche se a tutte e due piace mescolare capi classici a forme più moderne. Non potremmo mai uscire senza uno dei nostri bijoux, magari proprio quel primo anello disegnato insieme per caso tanti anni fa. Se dovessimo pensare a un’ambasciatrice per Ca&Lou diremmo Cate Blanchett: un’attrice straordinaria e mai eccessiva, si veste al di là delle tendenze momentanee e interpreta in maniera unica tutto ciò che indossa».

EMILIE FOUILLOUX
Ballerina e collaboratrice di MarieClaire.it con il blog “Una Parigina a Milano”
«Sarà scontato dirlo, ma il mio stile è decisamente parigino, inevitabilmente influenzato dalla città a cui appartengo, anche se oggi vivo in Italia. Una donna esprime la propria personalità non solo tramite gli abiti, ma anche con la scelta dei gioielli, del profumo, dei libri che legge, dell’arredo di casa. Trasmette se stessa in tutto ciò che fa».

UBERTA ZAMBELETTI
Fondatrice del concept store Wait and See e consulente di moda e design
«Giocare con la moda, senza averne paura, è il mio mantra. Le donne che lo hanno fatto con la propria estetica, senza avere timori e pudori di viverla appieno e di esprimersi anche attraverso di essa, sono per me icone contemporanee. Il rosso è il colore della mia vita e lo indosso spesso in mix che definirei femminili, ironici, imprevedibili, estrosi, ma sempre eleganti».

ANTONINE PEDUZZI
Co-fondatrice e designer del brand di borse TL-180
«Avere stile significa non porsi regole: la donna che riesce in questo intento è difficile da emulare perché interpreta i capi in modo totalmente personale. Apprezzo chi indossa spesso lo stesso abito, perché lo fa vivere, gli dà un’anima. Io per prima porto capi della mia bisnonna che hanno indossato tutte le donne della mia famiglia. Mi piace quando un pezzo non è riconoscibile, perché né il vestito né il marchio dovrebbero mai prendere il sopravvento sulla persona».

Servizio esclusivo di Viviana Volpicella per MCLikes di settembre 2015. Foto di Laura Sciacovelli.
Hanno collaborato Mariangela Filippin, Marta Donadi, Savina Di Donna e Loreto Mancini. Trucco e capelli Lorenzo Zavatta per Face to Face Agency per Mac Cosmetics. Casting LaDoubleJ.com. Testo di Laila Bonazzi.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Courtesy Photo
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Courtesy Photo

J.J. Martin - Pelliccia vintage, La Double J. Collana e bracciali vintage, Ugo Correani; cintura vintage in cocco; scarpe stringate in pelle spazzolata, Church's.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Courtesy Photo

Noona Smith-Petersen - Abito vintage in duchesse di seta con mantella, Valentino. Bracciale in argento, Hermès; Apple Watch, Apple; anello Selin Kent; sneakers “Superstar”, Adidas.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Courtesy Photo

Paula Cademartori - Cappotto in lana bouclé e lurex con cintura, Marc Jacobs; blusa vintage in seta; gonna vintage in pelle, Céline. Bracciali in oro, Cartier; scarpe in vernice, pelle e suède multicolor, Paula Cademartori.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Courtesy Photo

Marpessa Hennink - Caftano vintage in chiffon di seta stampa animalier e orecchini in oro con rubini.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Courtesy Photo

Marpessa Hennink - Abito in tulle di seta con drappeggio e rose dipinte e orecchini in oro con pietre preziose. Tutto Dolce & Gabbana.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Courtesy Photo

Barbara Frua - Pigiama in seta con stampa micro fantasia, Twin-Set Simona Barbieri. Orologio in acciaio, Rolex; anello in argento, Anaconda; bracciali vintage; décolletées in suède, Santoni.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Courtesy Photo

Marta Ferri - Abito in popeline di cotone con gonna a pieghe, Miu Miu. Orologio in acciaio, Rolex.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Courtesy Photo

Delfina Delettrez Fendi - Pelliccia in astrakan e scarpe in pelle con tacco-scultura, Fendi. Orecchini e spilla-formica in oro, argento, resina e perle, Delfina Delettrez.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Courtesy Photo

Delfina Delettrez Fendi - Pelliccia in astrakan e scarpe in pelle con tacco-scultura, Fendi. Orecchini e spilla-formica in oro, argento, resina e perle, Delfina Delettrez.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Courtesy Photo

Teresa Maccapani Missoni - Chemisier su misura in seta, collana, bracciali e cintura vintage, Missoni. Scarpe in pelle, Salvatore Ferragamo.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Courtesy Photo

Marie Louise Sciò - Abito in seta plissé con righe di lurex e ricamo di canottiglie, Blumarine. Orecchini in oro, Percossi Papi.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Courtesy Photo

Gentucca Bini - Salopette oversize in tela di cotone, Gentucca Bini; camicia in popeline di cotone, Vivienne Westwood Red Label. Scarpe in pelle con tacco rivestito di pelliccia, Rochas.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Courtesy Photo

Caroline Corbetta - Camicia in seta con collo-foulard e pantaloni in lana a pois, Bottega Veneta. Décolletées in velluto, Gianvito Rossi.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Courtesy Photo

Rossana Orlandi - Giacca in lana pied de poule con alamari-bijoux e gonna in piume argentate con pietre, Chanel; camicia in seta con bottone dorato, Vionnet. Occhiali in acetato, Rossana Orlandi.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Courtesy Photo

Rossana Orlandi - Giacca in lana pied de poule con alamari-bijoux e gonna in piume argentate con pietre, Chanel; camicia in seta con bottone dorato, Vionnet. Occhiali in acetato, Rossana Orlandi.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Courtesy Photo

Carolina Castiglioni - Giacca in lana con maxi bottoni di plexi, blusa in tessuto tecnico, gonna in lana e boots in nappa multicolor. Tutto Marni.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Courtesy Photo

Sara Battaglia - Blazer in twill di tessuto tecnico con revers di raso di seta e pantaloni in gabardine di seta, Nº21. Zaino in pelle con frange, Sara Battaglia.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Courtesy Photo

Donata Sartorio - Trench in lana, pull in cashmere e pantaloni in seta. Tutto Michael Kors Collection. Camicia in cotone, Ralph Lauren Collection. Orecchini in oro, Regina Gambatesa; sandali in suède, Jimmy Choo.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Courtesy Photo

Viviana Volpicella - Giacca doppiopetto con polsini di visone, pantaloni in lana e camicia in georgette di seta con collo-foulard. Tutto Gucci.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Courtesy Photo

Carolina Neri e Berengere Lux - Da sinistra. Abito in jacquard di lana, Alberta Ferretti. Trench in suède con frange, Burberry Prorsum. Per entrambe, orecchini e collana in bronzo bagnato oro con cristalli Swarovski, Ca&Lou.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Courtesy Photo

Antonine Peduzzi - Cappotto doppiopetto in lana con dettagli di pelle e scarpe in pelle con cinturino di rettile. Tutto Louis Vuitton.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Courtesy Photo

Uberta Zambeletti - Blusa in chiffon di seta, gonna in seta e, in mano, gilet in shearling e pitone. Tutto Lanvin. Collana Sveva Collection; anello Mya Bay; bracciali: in cuoio, Wait And See; in ottone, Atelier 7|12. Bijou da mano Cornelia Webb.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Courtesy Photo

Emilie Fouilloux - Micro pull in alpaca con ruches, camicia in seta e shorts in tweed di lana. Tutto Philosophy by Lorenzo Serafini. Cintura vintage; collant in Lycra operata; scarpe da punta in raso di seta, Freed of London.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Courtesy Photo

Cecilia Bringheli - Tailleur con giacca doppiopetto e pantaloni in tweed di lana, Dior; camicia in seta, Ports 1961. Slippers in pelle e lana con nappine, CB Made in Italy.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Courtesy Photo

Tamu Mcpherson - Maglia e abito in lana a righe, scarpe in pelle e orecchini in ottone dorato. Tutto Céline.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Courtesy Photo

Tamu Mcpherson

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Courtesy Photo

Maria Luisa Frisa - Abito in crêpe couture di seta stampa optical, Valentino. Bracciali vintage.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Courtesy Photo

Renata Molho - Bolero in cashmere con ampio collo-scialle, Hermès; camicia in cotone stampa Vichy, Pinko.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Courtesy Photo

Nina Yashar - Turbante in seta, spille in plexi e cristalli, orecchini con pietre e cristalli e scarpe in pelle spazzolata. Tutto Prada. Camicia-pigiama e gonna vintage.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da #MCLikes
Gabrielle Chanel Un anno nel mondo di Gabrielle Chanel
Gioielli Chanel Cosa si nasconde nell'atelier Chanel

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
image #COCOMADEMOISELLEINTENSE

image A me gli occhi(ali)

image La Primavera di Chanel
image Mademoiselle Intense