L’iconica Fontana dei Quattro Fiumi del Bernini; la chiesa di Sant’Agnese in Agone, progettata da Francesco Borromini; il complesso degli Orti Farnesiani sul monte Palatino; la statua di bronzo dell’arcangelo Michele, situata sulla cima di Castel Sant’Angelo; i monumenti barocchi di Roma. Tutto questo non è solo arte, storia e cultura, ma anche straordinaria fonte d'ispirazione per molti brand, come Bvlgari, che da sempre realizza gioielli (o opere d'arte in miniatura) ispirate alle bellezze romane. In particolare, lo stile barocco romano ha influito sul connubio dell'imponenza spettacolare e della delicata leggerezza nella Collezione Alta Gioielleria Barocko firmata Bvlgari.

iStock

La speranza racchiusa in un gioiello barocco

Sono oltre 130 anni che l’iconica Maison di gioielli s’ispira all’Antica Roma per dare vita alle sue creazioni uniche al mondo. Ma mai come oggi, in un 2020 segnato da una pandemia globale, Bvlgari vuole lanciare un messaggio di speranza e ottimismo, e lo fa con una collezione piena di colore, effetti luce e creatività. Il brand celebra così la vita e la bellezza con Bvlgari Alta Gioielleria Collezione Barocko.
che include pezzi preziosi dalle forme estrose, eccentriche e ricercate, che trasmettono gioia e positività. Proprio come suggerisce il nome, Alta Gioielleria Barocko nasce dall’incontro tra lo stupefacente e illimitato patrimonio artistico e architettonico dello stile barocco romano con lo spirito irriverente e audace tipico di Bvlgari. Un equilibrio perfetto tra sfarzo ed eleganza senza tempo, creato da un forte legame culturale ed estetico. Come gli artisti del periodo barocco, infatti, il gioielliere romano realizza le sue opere esuberanti e audaci, immaginate per provocare stupore e meraviglia nell’osservatore – e nella donna che le indossa. Come le opere d’arte barocche, le creazioni della linea Barocko giocano con le luci e le ombre, i colori, un forte dinamismo e il concetto di raffinatezza. Gemme preziose, rinvenute in ogni angolo del mondo dalla Direttrice Creativa Lucia Silvestri, sono plasmate una ad una dalle mani sapienti di artigiani romani. Ma questi preziosi non si limitano a riprodurre l’arte barocca: le tradizionali decorazioni del XVI secolo incontrano elementi più minimali e lineari, moderni, contemporanei, e il gioiello si colloca a metà fra massimalismo ed essenzialità.

Elementi ricorrenti dell’iconografia barocca, come le piume di pavone, ispirano i decori geometrici e tridimensionali dei diamanti a forma di ventaglio nella collana “Precious Feathers”. Come omaggio al dinamismo artistico, questa creazione in platino ha uno smeraldo pendente taglio goccia che può essere rimosso e trasforma la collana sfarzosa e regale in un choker versatile e discreto. Una magnifica rubellite taglio cuscino, tagliata a mano nella città di Jaipur, è invece la protagonista della collana con pendente “Pink Twist” in oro giallo, smeraldi e diamanti taglio goccia e marchese. Incredibilmente versatile, può essere indossata come una lunga collana a catena, oppure può essere avvolta con due giri intorno al collo. Ultra femminile e delicata, la collana in platino “Blue Fantasy” sfoggia un incredibile zaffiro dello Sri Lanka, al centro di un’intricata composizione floreale in diamanti che richiamano l’affresco di Pietro da Cortona nel Palazzo Barberini a Roma. Uno dei capolavori dell’architettura barocca, la chiesa romana di Sant’Ivo alla Sapienza, opera del Borromini, ha ispirato la composizione geometrica della collana “Emerald Star”.

E ancora, l’illusione ottica realizzata dal pittore Andrea del Pozzo nella chiesa barocca di Sant’Ignazio di Loyola a Roma ha ispirato l’affascinante opulenza geometrica della collana “Cupola”. Un vero mosaico di platino e diamanti incornicia uno smeraldo Colombiano sugar loaf (pan di zucchero) proveniente da Hong Kong. E c’è qualcosa di più Barocko di un pendente a croce? La collana “Le Croci” è un'interpretazione nuova del movimento artistico secono Bvlgari: combina una catena in oro rosa, diamanti e rubini ad un pendente incastonato con peridoti, ametiste, tormaline, diamanti pavé e tondi.

Un caleidoscopio di colori vibranti, tra fiaba e sogno

Bvlgari

Gioia di vivere, creatività, esuberanza. La collezione Alta Gioielleria Barocko si fa notare con la sua palette colori eclettica, quasi surreale, uscita improvvisamente da un libro di fiabe, oppure da un sogno. La collana “Cabochon Exuberance”, ad esempio, è un invito a compiere un viaggio favoloso intorno ad un mondo fantastico. Con i suoi decori grafici ispirati al complesso degli Orti Farnesiani sul colle Palatino a Roma, questa collana combina tra loro due tanzaniti, provenienti da New York, con rubelliti e smeraldi di Jaipur. Una calda e vivace tonalità di rosa, invece, regala un carattere audace alla rubellite di taglio piatto a goccia incastonata al centro di “Lady Rubellite”. In questo sautoir, un pavé di diamanti, ametiste e rubelliti incontrano l’eleganza timeless delle perle, oggetto del desiderio per eccellenza dell’epoca barocca.

Simbolo assoluto della collezione Barocko è però la collana “Lady Arabesque”, un vero omaggio alla palette colori dell’estetica barocca, che si esprime con tonalità affascinanti e delicate ma anche vivaci, come il viola, il verde e l’oro. Zaffiri rosa e viola dello Sri Lanka sono combinati a piccole tormaline Paraiba, smeraldi e diamanti tondi e a goccia, per un’extravaganza di arabeschi barocchi, che trasmette gioia. A completare il set, ci sono degli orecchini pendenti coordinati che sono un simbolo della grazia femminile.

Tuttavia, una delle creazioni più curiose di Bvlgari che abbiamo trovato in questo viaggio con il gioiello attraverso Roma, è la collana “Rosso Caravaggio”: un pezzo che ha richiesto 1.500 ore di lavoro artigianale e rappresenta un incontro unico tra fascino contemporaneo ed eleganza tradizionale. Sfoggia un rarissimo rubino taglio cuscino del Mozambico, in combinazione con diamanti scintillanti. Questo pezzo unico evoca l’inconfondibile stile pittorico di Caravaggio, grazie al suo sapiente uso del colore rosso, inimitabile nel contrasto tra luce e ombra. Emblema di una versatilità moderna, questa creazione di Alta Gioielleria nasconde un meccanismo sofisticato che permette di ottenere due collane separate e diverse possibilità di indosso.

Luci ed ombre

Bvlgari

Luci ed ombre sono l’emblema del movimento artistico barocco. I capitelli corinzi delle colonne romane, ad esempio, sono distinti proprio da questo forte contrasto nelle forme voluttuose.

Con una manifattura che ha richiesto più di 500 ore di lavoro artigianale, il bracciale in diamanti “Serpenti Spell” è un esempio di un sapiente uso delle luci e delle ombre. Brilla con l’eterea seduzione del serpente, un decoro onnipresente nell’estetica barocca, nonché simbolo iconico della Maison Bvlgari. Ispirato alla stravaganza quasi teatrale della Fontana dei Quattro fiumi di Piazza Navona, di Gian Lorenzo Bernini, questa creazione fuori dall’ordinario richiama anche i sensuali tatuaggi all’henné delle donne indiane – un modo per celebrare tutte le donne di carattere che scelgono gioielli eccezionali e distintivi.

Echeggia invece l’opulenza vivace delle piume di pavone, un altro attributo iconografico del movimento barocco, la collana “Peacock Wonder”, che abbina tanzanite, acquamarina, crisopraso e smeraldo, per un risultato sontuoso e altamente esuberante. Un diamante raro e brillante di taglio aquilone, acquistato ad Hong Kong, cattura i riflettori degli appassionati di arte sull’anello “Raggio di Luce”. Un monile sofisticato per mani aggraziate, che vanta un gioco geometrico tra diamanti gialli e bianchi, i quali ricreano straordinari effetti di luce e ombra. Un omaggio prezioso al complesso scultoreo dell’Estasi di Santa Teresa ad opera di Gian Lorenzo Bernini – fra i capolavori più amati dell’alto barocco romano.

L’emozione da riscoprire nel 2020: la meraviglia

Bvlgari

Non c'è niente più intenso del sentimento di stupore e meraviglia che mai come oggi ci manca. Sentiamo l'innato bisogno di rimanere affascinati da qualcuno o qualcosa, sentirci colpiti, ammirati. Riscoprire la meraviglia di fronte a paesaggi incontaminati, bellezze artistiche storiche e un volto espressivo. Bvlgari Alta Gioielleria Collezione Barocko parte da qui.

Catturando la morbidezza e la voluttuosità delle forme scolpite da artisti barocchi come il Bernini, il set di orecchini ed anelli “Ruby Drapery” nasce da un gioco prezioso tra l’oro bianco, i diamanti e i rubini, che tracciano linee curve e sinuose ispirate ai drappeggi delle statue di marmo. Delicata e incredibilmente poetica, la collana “Sapphire Lace” combina il platino ai diamanti e agli zaffiri blu dello Sri Lanka, creando una texture leggera e femminile che si ispira ai favolosi tessuti di pizzo barocco.

Gli inconfondibili riccioli barocchi catturano lo sguardo nell’anello in platino “Arabesque”. Il vistoso diamante centrale è incorniciato da un trionfo di smeraldi, come anche da diamanti taglio brillante e pavé, che disegno linee curve sinuose e seducenti. Essenzialità e sfarzo trovano un equilibrio perfetto in questo anello irresistibile, emblema di quella grazia e quell’armonia che sono alla base di ogni creazione Bvlgari. Un’apoteosi di eccellenza manufatturiera, la collana “Green Dream” sfoggia cinque magnifici smeraldi Colombiani - caratterizzati da un colore più chiaro, ma assolutamente brillante - parte di un set di dieci gemme che la Direttrice Creativa della gioielleria Bvlgari ha inseguito per tutto il mondo per oltre un anno. Il loro taglio rigoroso crea un contrasto affascinante con la delicatezza dei decori in diamanti e smeraldi, per una composizione ricca di riflessi ed effetti di luce incredibilmente affascinanti. Un bracciale e degli orecchini completano il set.

A due passi dalla sede di Bvlgari a Roma, dalla cima della fortezza papale di Castel Sant’Angelo, una statua in bronzo dell’Arcangelo Michele veglia sulla Città Eterna. Le sue ali spiegate ispirano il design sofisticato della collana in platino “Wings of Rome”, impreziosita con diamanti incastonati a tre livelli diversi e che creano così un curioso e affascinante effetto 3D.

Il viaggio nella bellezza di Roma continuerà...