L'orologio Dior dell'inverno ci ricorda gli uomini della nostra vita

Flashback Seventies e palette acquerello nel video della nuova campagna La D de Dior Satine.

image
courtesy

Impalpabile come un sottile nastro di seta che sfiora il polso, prezioso come la delicatezza di movimenti in punta di falange, nati sui tavoli da lavoro di antichi bottegai. Savoir-faire francese su maglia milanese su storia svizzera, è questo l’incastro di versi atemporali, l’ingranaggio dietro la precisione/perfezione della collezione di orologi Dior La D de Dior. Dai verdi acquarellati, i madreperlati cipria, i blu stellati delle casse alle declinazioni dell’oro su cinturini mignon, gli orologi della Maison di Avenue Montaigne sono un’ode à porter del debole per le palette colori di Christian Dior e i contrasti dei cinque sensi amati da Victoire de Castellane, storica designer a strisce blu bianche e rosse dei gioielli Dior. È con un micro video ispirato alla legeresse de vie di bandiera, che ha il profumo di una rosa pennellata di pesca e magenta e il sorriso di una top del futuro (prossimo), che il casato Chiuri-de Castellane lancia la nuova campagna La D de Dior Satine. Interpretati dalla modella tedesca Anna Ewers, gli orologi Dior La Mini e La D sono la coniugazione al femminile della montre da uomo anni Settanta. Un’ispirazione che si traduce in un bisogno, in pietre pregiate e heritage tecnico inestimabile, di flashback istantaneo agli uomini della nostra vita.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Accessori