Torniamo a guardare le nostre stelle, la commovente installazione di Bvlgari alla Design Week

In esclusiva a MarieClaire.it il making-of della doppia location del brand romano svelata per noi da Silvia Schwarzer, Bvlgari Senior Director of Architecture and Visuals.

Non aprite gli occhi. Apriteli al buio. L’equazione che continua a rendere la Design Week di Milano uno degli eventi più necessari del mondo è nel suo saper farci rivedere luoghi più che conosciuti come nuovi posti della mente e del corpo. Ne è un esempio il Planetario di Milano, con le sedute di quel genio di Piero Portaluppi ormai logore per il troppo sognare di chi vi è entrato a guardare le stelle. È in questo luogo che incontriamo Silvia Schwarzer, Senior Director of Architecture and Visuals di Bvlgari la maison che festeggia i 20 anni del bZero1, anello crasi del design più minimale e dell’opulenza artigianale della maison romana. Con Silvia Schwarzer abbiamo seguito il making-of della doppia installazione di Bvlgari alla design week 2019, Weaving Design, Art and Science: seguiteci nei giardini di porta Venezia in un caveau dove riscoprire l’artigianato di un anello che i Millennials hanno fatto loro e poi immergetevi nell’esperienza commovente ricreata nel Planetario da Tomás Saraceno (artista che vi invitiamo a riscoprire in questa intervista esclusiva). Sotto il suo intervento (e il supporto al restauro delle sedute da parte del brand di gioielli) il Planetario ci regala nuove stelle, e un’emozione da brivido che si basa sull’architettura più perfetta che la natura ha creato. Siate cauti: aprite gli occhi solo quando il buio è totale. Averne paura è impossibile.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Accessori