Rimbalzare verso l'estate con le borse a palloncino couture

Ovetto, cerchietto, (semi)sfera, voilà le baloon bags dalle sfilate Primavera Estate 2019 di Louis Vuitton, Chanel, Cedric Charlier...

Boing boing boing… Ma è vero che gli oggetti tondi ci mettono di buon umore? Anche inconsciamente? Vuoi per la forma geometrica buffa, vuoi per l’associazione ai palloncini che amavamo da bambine, vuoi per il senso di protezione che ci trasmette la bolla. Simbolo della natura stessa, della terra creata dalla nostra madre primordiale, simbolo di sicurezza e dinamicità al tempo stesso. E poi, se la lasci scivolare giù, andrà sempre ovunque vorrà. Se la lanci, tornerà indietro, se la tieni troppo stretta a te, scapperà via dalle tue braccia. Le sfere vivono di vita propria. Sono perfette. Possono contenere l’infinito.

Dalla sfilata di Louis Vuitton Primavera Estate 2019
Armando GrilloImaxtree

E adesso sembrerebbe che le sfere abbiano deciso di diventare la forma feticcio delle nuove borse dell’estate 2019. Come se fossero gli accessori estivi per eccellenza. A tal punto che le borse Chanel sono diventate palloncini da spiaggia e viceversa. Le borse tonde possono evocare ambientazioni sportivissime come le tracolline-palloni da football di Manish Arora. Che, se ti fermi a guardarle, riesci ad immaginare il momento in cui rimbalzeranno nell’aria caldissima. E ancora, dai micro palloncini di Elisabetta Franchi ai baloon pitonati di Cedric Charlier, dalle uova di dinosauro couture di Louis Vuitton ai mondi mistici di Peter Pilotto, it-bags che sembrano nate guardando le opere di Jean-Michel Othoniel o la scultura a forma di zucca di Yayoi Kusama sull’isola di Naoshima in Giappone. Sì, queste borse tonde sono/meritano/desiderano un viaggio.

Dalla sfilata di Chanel Primavera Estate 2019
Armando GrilloImaxtree
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Accessori