La storia delle borse Dior Ultra Mat, da tramandare ad maiora

In esclusiva a Marieclaire.it il video savoir faire delle it-bag della prossima stagione.

Opaco, vellutato, levigato. Un refrain che accompagna i polpastrelli scivolare su una superficie opera d’arte e d’artigianato, è la trinità di aggettivi che definiscono le nuove borse Dior Ultra Mat. Declinate in un finish che non lascia spazio alle patine leziose, i modelli di it-bag Lady Dior, Saddle e Diorama sono le nuove icone della prossima stagione. La pelle di vitello nera si combina a materiali contemporanei e al savoir-faire che non smette mai di reinventarsi lì dove tutto è nato, in Avenue Montaigne. Anno 1995, nasce la Lady Dior, leggenda di maison, borsa preferita da Lady Diana, e metafora dei codici stilistici di monsieur Christian. Anno 1999, ogni impuntura della Dior Saddle Bag, omaggio al mondo equestre, diventerà simbolo à porter di ogni generazione a venire. Anno 2015, la camaleontica borsa Diorama ci appare per la prima volta in quel sogno che è la sfilata Primavera Estate, cocktail purissimo di modernità e raffinatezza. Capisaldi dell’heritage Dior, le tre creazioni couture oggi sono sublimate in una versione inedita, il nero ultra opaco dei pellami e degli accessori in metallo liquido. Capaci di coniugazioni infinite, che rispondono alla voce del verbo tramandare.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Accessori