L'Odissea di Cartier: capitolo due "British Touch"

Famiglie reali, visioni oniriche, muse a-generazionali: cinque corti d’autore per scoprire lo stile Cartier, frame dopo frame.

Famiglie reali, visioni oniriche, simbologie naturali e mitologie animali, bozzetti iconici, muse a-generazionali: il nostro viaggio nell’Odissea di Cartier inizia da qui. Allo scoccare del 150esimo compleanno della maison che salda insieme passato, presente e futuro dell’altissimo artigianato in punta di diamante. Tra Santos e Panthère percorriamo la strada luminos(issim)a del casato di gioielli fondato nel 1847 a Parigi da Louis-François Cartier: cinque corti d’autore, cinque puntate da Oscar per scoprire lo stile Cartier, frame dopo frame.

Capitolo Due: Cartier & il British Touch. Destinazione? London City, mesdames. New Bond Street, per l'esattezza, tempio di Maison protagonista dello sviluppo del suo DNA. L'eccentricità inglese incontra la raffinatezza parigina, lo stile dandy quello chic, l'orologio Cartier Crash Watch e la dinastia reale, la swinging London e l'aria frizzantina sotto il Big Ben...

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Accessori