Il costume di Rihanna per donne curvy, normali, umane (sexy)

Savage X Fenty è la nuova linea di costumi e lingerie della popstar barbadoregna. Il pezzo che bramiamo? QUESTO.

image
Courtesy Instagram.com/savagexfenty

Savage come il vedo non vedo di corpi sinceri tra le trame rosa bubblegum di un due pezzi dalle linee minimal e dall'ispirazione 50s massima. Savage come un gin rosé ghiacciato alle cinque del pomeriggio sul bagnasciuga, coi capelli umidi che si posano sulle spalline extra sottili ma extra resistenti di un bikini per décolleté generosi. Savage come il costume di Rihanna Savage X Fenty, ovvero una collezione beachwear che è un manifesto per donne dalle parole e dai corpi di burro, per donne curvy e non curvy, per donne semplicemente normali, semplicemente sensuali. Con poco. Dove poco sta per i centimetri di tessuto del bikini della linea fashion di Rihanna, che richiama volutamente i pezzi-gioiello di una lingerie basic ma eroticissima. Come i frame di una pellicola italiana della Dolce Vita.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

"Happy lingeRIH day!" scriveva sul suo profilo Instagram Rihanna, lo scorso 24 aprile, per presentare Savage X Fenty. La linea di intimo della 30enne popstar barbadoregna, e che si prepara a bissare i sold out della collezione make-up Fenty Beauty e Fenty sportswear, lanciate nei mesi precedenti. Bra impalpabili che assomigliano a reggiseni da indossare sotto chemisier lunghi e camicie da uomo (sì, sotto n-i-e-n-t-e). Culotte a vita alta, ad alta performance, ad alta probabilità di divismo sotto gli abiti e tra le lenzuola. Pezzi interi che sono body per uscire effetto see-through immediato. La release della collezione Savage X Fenty di Rihanna è fissata per il prossimo 11 maggio, ma la Rude Girl a stelle e strisce ci ha già servito un antipasto della linea in social-visione. Il primo scatto, il primo due pezzi, la prima delle avances che fa la cantantessa al nostro cassetto dei costumi moda 2018 è un bikini pastello (Rosa Quartz per dirla “alla Pantone”) indossato da una modella curvy e dalla fisionomia occidentalissima. Scelta mediatico-pubblicitaria che potrebbe apparire in controtendenza con la politica inclusiva e black oriented di cui la popstar si fa voce e paladina dal 2005. Sì l’anno in cui imparavamo a memoria la coreografia di Pon de Repley. Appare, ma NON è. Poiché chiudersi nel proprio cliché di donna curvy e di colore che rappresenta SOLO donne curvy e di colore sarebbe il passo mediatico più falso che potrebbe fare.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito

Oggi Rihanna è più una business woman provetta e perfetta, fatta e finita, che una neonata dello showbiz. E le dimostrazioni non sono solo le linee di moda e beauty che è riuscita a curare, pensare, produrre, ma anche la filosofia pura e pratica che ha trasmesso ai suoi prodotti. Una filosofia che si traduce in etica ed estetica, che si traduce in un cosmo popolato da modelle che sono in primis donne che non hanno bisogno di apparire flawless, senza imperfezioni, ma che dalle loro “imperfezioni” traggono la forza di comunicare un messaggio. Che sia, sono una donna non sono una santa e ve lo dimostro con il completino più (un)sexy EVER. Che sia, sono una donna non sono una politica dei diritti civili ma parlo a tutte e tutte mi stanno a sentire.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Fashion News