La boutique di Dior a Mykonos è pura rilassatezza couture

A picco sul mare delle Cicladi, il pop-up store + capsule in edizione limitata by Maria Grazia Chiuri vale un volo (o traghetto) IMMEDIATO.

image
Courtesy Dior

La moda mare 2018 non si fa (solo) in passerella. Il ready to wear tra bagnasciuga infiniti, chioschetti nascosti, belvedere totemici nasce proprio lì dove è stato immaginato, tra un fico d’India assolato e un mulino a vento a picco sull’Egeo. Entriamo (con la mente e i desideri) nella boutique di Dior a Mykonos e l’unico suono che ascoltiamo è quello delle foglie dell’ulivo all’entrata mixato al click-clack dei sandali bassi e braccialetto alla caviglia che proviamo, indossiamo, e vogliamo portare ovunque. Sulle terrazze dell’isola greca che non dorme mai e ai festival dell’estate da tiratardi.

Courtesy Dior

Il cielo stellato sopra di me e le leggi couture della Maison dentro il pop-up store Dior a Mykonos. Nel villaggetto di Nammos, per essere certosini. Di quelli che hanno come scenografia solo facciate bianco ottico e quelle linee minimal inventate già dagli antichi greci. Non c’è ragion pratica o pura che tenga di fronte allo shop che è un tutt’uno con il paradiso circostante. Gli ori freddi e i legni caldi, le sfumature di bianco impossibili da nominare una ad una. L’illuminazione è riservata al sole delle Cicladi e ai ricercati punti luce della boutique, installati per esaltare i capi disegnati da Maria Grazia Chiuri in edizione limitata, in occasione dell’apertura della boutique Dior. Body a strisce e cashmere impalpabili, da indossare con maxi gonne in tutte (ovvio). Twill in seta e stole in cotone leggerissimo, con scritta “J’Adior Mykonos” all over (ovvio). E poi lei, la tote bag indiscussa di stagione, la borsa Dior mare e oltre (ovvio).

Courtesy Dior
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Fashion News