Raf Simons lascia Calvin Klein, i motivi dell'abdicazione couture

Dopo meno di due anni alla direzione creativa del brand a stelle e strisce, lo stilista belga dice addio a Calvin Klein.

image
Getty Images

“Le parti hanno deciso amichevolmente di dividersi”. Come una scure couture la notizia è arrivata a due giorni da Natale, Raf Simons lascia Calvin Klein dopo meno di due anni al timone della direzione creativa del brand a stelle e strisce. “Calvin Klein Inc ha scelto una nuova brand direction diversa dalla visione creativa di Simons”, si legge nella stringata nota stampa “a sorpresa”. Sorpresa non per molti (insider) che già da tempo davano la fashion love story sulla via del tramonto. Vuoi per un rinnovo di contratto Raf Simons Calvin Klein in scadenza ad agosto (a cui nessuno aveva ancora fatto menzione), vuoi per i recenti (e scontenti) statement di Emanuel Chirico, Presidente e CEO di Pvh, gruppo che controlla la maison americana, il divorzio tra i due sembrava essere nell'aria da tempo. “Mentre molte categorie di prodotti hanno ottenuto risultati eccellenti, siamo delusi dalla mancanza di ritorno dei nostri investimenti in Calvin Klein 205W39NYC e crediamo che alcuni dei prodotti rilanciati da Calvin Klein Jeans fossero troppo alti e non abbiano riscosso il successo che avevamo previsto”.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Fashion News