Cosa fare 3 giorni a Miami? Seguire la bussola che indica sempre il beat di Aleesha e Desigual

Prendi la promessa dell'R&B spagnolo, prendi il brand della pop culture, shakera sulle spiagge di South Beach ascoltando QUESTA canzone...

image
Courtesy Photo

Quante cose si possono fare in 72 ore a Miami? Quante canzoni si possono ascoltare in 72 ore con i piedi immersi nella sabbia di South Beach e le cannucce in un Margarita? Quanti bikini si possono indossare in un andirivieni dalla spiaggia che dura 72 ore e tre tramonti? Ce lo siamo chiesto mentre ascoltavamo con i gomiti appoggiati sulle scrivanie (e i pensieri rivolti verso le mete delle ferie) il singolo che è una scommessa (già vinta?) fra i tormentoni dei prossimi mesi. Non chiamatelo ritornello estivo, non chiamatelo video cliché, Myself again di Aleesha e del produttore a stelle e strisce Alizzz è la colonna sonora di Desigual Colour House, è una chiamata alla creatività, a essere e a credere in se stessi, a fare quello che sappiamo fare meglio e, soprattutto, a farlo senza paure.

Liberare l’artista che c’è dentro ognuno di noi è il claim del video girato in 72 ore a Miami per Desigual Colour House, in cui ogni frame fa da scenografia alla creatività di ciascun protagonista. Dalle palette carioca della it-girl Miranda Makaroff all’universo ipnotico dell’artista catalana Blanca Miró Skoudy, dalle pennellate body positive di Claudia Sahuquillo al beauty manifesto dell’antimodella Marina Guindi. Il progetto speciale di Desigual, che libera le opere d’arte dai musei per lasciarle esprimere su street(style), segue il rhythm and blues di Aleesha Rose, la musicista che ha deciso di abbandonare Ibiza, la sua terra natia, per lavorare a Barçelona, riunendo così le due città-chiave del brand. Dove ha iniziato a produrre le sue canzoni in modalità fai-da-te, incidendo e componendo a casa sua, con il solo aiuto della sorella. Dove ha scoperto di essere stata incoronata dalla vox populi LA nuova voce dell’R&B spagnolo, tanto da meritarsi un palco ai festival Sónar e Primavera Sound, tanto da diventare la (porta)voce dell'estate di Desigual. Con un ritmo che è un patchwork di energie, come ogni trama intessuta sugli abiti manifesto d'intenti (couture) di stagione.

Courtesy Photo
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Fashion News