Come sono nati i costumi del film Rocketman su Elton John

Analisi couture della pellicola presentata al festival di Cannes. P.S. Abbiamo scoperto con quanti cristalli Swarovski sono stati “sommersi” i look di scena.

image
Photo Credit: David Appleby

Quante lenti flamingo fumé ci sono nel curriculum di Elton John? Quanti revers affilati & laminati ci sono nei dietro le quinte dei concerti di Elton John? Quanti cristalli ci sono nei costumi indossati sopra e sotto i palchi da Elton John in 72 anni di vita? Forse, tanti quanti da ricoprire un’ipotetica traiettoria in grado di raggiungere Marte e ritorno, la stessa che il rocketman del soft rock britannico si esercitava a percorrere con la voce nel 1972. A quasi 50 anni dall’uscita del singolo-provocazione all’imperversare delle missioni spaziali dell’epoca, il regista conterraneo Dexter Fletcher ha deciso di girare una pellicola sulle gesta di Sir Elton Hercules John e presentarla alla 72esima edizione del Festival di Cannes. Rocketman è il titolo didascalico del film su Elton John che, come un uomo razzo fa con l’universo, esplora ogni antro del cantautore-cavaliere inglese.

Interpretato da Taron Egerton, il biopic a metà tra un drama e un musical corre lungo tutta la vita di Reginald Kenneth Dwight, il musicista del Middlesex che dopo vari tentativi da boy in a band decide di ri-battezzarsi Elton e ri-presentarsi sul mercato discografico in solitaria. Anche se, proprio da solo sulle scene, Elton John non lo sarà mai. A guardargli le spalle (letteralmente) saranno ali demoniache e piumate, spalline sproporzionate e glitterate, mantelli esasperati e vellutati, abiti e accessori iconici analizzati, cucitura dopo cucitura, nel libro Rocketman. Dentro l'universo del film, EPC editore (18,70 euro su Amazon) e che oggi sono attori (non) protagonisti del film presentato in questi giorni sulla Croisette.

Photo Credit: David Appleby

Come imbevuti di cristalli Swarovski, i vestiti di Elton John in Rocketman sono stati re-immaginati, ri-disegnati, ri-creati dal team della Maison “con l’obiettivo di catturare la magia, l’energia, la forza di un mito della storia della musica attraverso i suoi outfit più famosi”, ha spiegato in una nota stampa Nadja Swarovski, membro Executive Board del brand. Insieme al celebre costumista Julian Day, Swarovski (Official Crystal Partner di Rocketman) ha magnificato lo stravagante stile di Elton John illuminando a giorno 64 look. Dall’uniforme da baseball dei Dodgers, impreziosita da 140 mila cristalli, alla tutina da diavolo rosso scarlatto, accesa da infinite fiamme-gioiello. E, ancora, slipper rubino alla Dorothy de Il mago di Oz, sculture di perle incastonante in montature di occhiali da sole stondati, “ho lasciato che i cristalli Swarovski sommergessero ogni look”, le parole trasparenti del costume designer Julian Day “Mi sono detto: ovunque ci fosse stato spazio per un cristallo, lì lo avrei cucito!”.

Photo Credit: David Appleby
Pubblicità - Continua a leggere di seguito