La nuova borsa arcobaleno di Ikea è l'oggetto del desiderio (di inclusività)

Il colosso svedese lancia un'edizione speciale della celebre borsa blu per sostenere i diritti LGBTQ+.

image
Oleg Laptev su Unsplash

Ikea se n’è inventata un’altra. Di quelle infuocate che corrono su Instagram e scatenano una caccia al pezzo senza limiti. La classica borsa Ikea blu Fräkta torna ad essere un oggetto del desiderio dentro e fuori i social, post Balenciaga edition. Perché per celebrare la Giornata Internazionale contro l’omotransfobia che cade il 17 maggio, la classica borsa Ikea si traveste di arcobaleno in edizione speciale limitata, solo per un giorno, a sostegno dei diritti LGBTQ+. Sarà in vendita negli store Ikea, che per l’occasione hanno ammainato simbolicamente la bandiera rainbow assieme alle tradizionali bandiere blu e gialle. La borsa arcobaleno Ikea potrà essere sfruttata al massimo come ogni altra sorella blu accumulata nel corso delle scorribande soddisfacenti tra le corsie del marchio svedese. E su Instagram la caccia sta diventando virale.

Courtesy IKEA

Ma la campagna di Ikea contro l’omofobia si declina anche in altri modi social. Un catalogo di cui fa parte anche l'hashtag #FateloACasaVostra, che vuole ribaltare la concezione dispregiativa dell’amore LGBTQ per trasformarlo in un inno alla libertà ed è stato lanciato in contemporanea alla borsa rainbow Ikea. “Crediamo che le parole siano importanti e possano aiutare a costruire un mondo migliore. Per questo vogliamo ribaltare il concetto comune dell’espressione #FateloACasaVostra riempiendolo dei valori di libertà ed inclusione che ci appartengono” ha dichiarato Alessandro Aquilio, Country Communication & Sustainability Manager di Ikea Italia. In accompagnamento alla campagna è stato realizzato anche un video dove sono raccolti i racconti delle persone che sono state escluse, marginalizzate, insultate per la loro sessualità. “Siamo convinti che tutti abbiano il diritto di sentirsi a casa nella propria pelle, ovunque siano. La libertà individuale è un diritto così come l’espressione dei sentimenti umani” conclude Aquilo. Il sostegno di Ikea non passa quindi solo attraverso la desideratissima borsa IKEA arcobaleno: la politica inclusiva del marchio svedese in Italia comprende anche il progetto di co-housing realizzato a Torino assieme a Quore, associazione sostiene chi è stato cacciato di casa o è stato forzato ad andarsene dopo un coming out. Al capoluogo piemontese faranno seguito altre città italiane, tra cui Milano, per una collaborazione con gli assessorati alle politiche sociali e riuscire a dare supporto a chi viene discriminato per le proprie preferenze sessuali. Love is love. Oggi più che mai.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Fashion News