Il Grande Freddo è dolce, viaggio nella cold room di Canada Goose

3 protagonisti, 1 stanza magica, 1 store nel quadrilatero della moda = nuove avventure pionieristiche.

image
Courtesy Photo

Arriverà il Grande Freddo e sarà un film da Oscar. E se il giorno più freddo del mondo diventasse il più caldo? Lo scopriremo in via della Spiga 10 dove Canada Goose ha aperto il suo primo monomarca italiano e con “lui” introduce la cultura del freddo, della montagna, del lifestyle avventuroso. Per testare con mano e corpo la qualità del prodotto il negozio si fregia di una cold-room ideata per indossare i giubbotti e raggiungere condizioni climatiche ben oltre il -10 (limite -25gradi). Una scelta reale e una scelta virtuale (debutto e rinnovo anche per l’e-commerce del brand) per permettere di scegliere il capo della vita (investimento in termini di prezzo e qualità) senza dubbi né timori.

La cold room del negozio Canada Goose
Courtesy Photo

Siamo tutti pionieri? Sì, lo siamo stando alle storie raccontate da tre personaggi straordinari volti della campagna di Canada Goose che segue l’opening meneghino: Alice Pasquini, street artist, Jiayi Zhao, guida di spedizioni polari e Jordan Tootoo, ex campione di hockey (nella foto di apertura) sono i protagonisti della campagna storytelling, Live in the Open. Il loro è un percorso da seguire con cura: ci portano negli angoli di pianeta dove scoprire un nuovo mondo (da proteggere). Stay tuned, presto vi sveliamo come (e dove)... Il loro viaggio itinerante, pionieristico, è stato immortalato dal regista Janssen Powers e dalla fotografa Diana Markosian (nel portfolio dal New Yorker al National Geographic). Chi ha paura del freddo?

Il negozio milanese di Canada Goose
Courtesy Photo
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Fashion News