La Haute Couture 2020/2021 di Chanel, opulenza e amore

Sneak peek formato corto d'autore, il mood della nuova collezione svelata al pubblico il 7 luglio alle ore 12.00.

Capitolo Primo // Spilli, cartamodelli, manichini, metri, forbici, taglierini, e tutto il savoir-faire racchiuso tra le dita di Madame Cecile, Amanda e tutte le prèmiere dame al cospetto di Virginie Viard. È un dietro le quinte in bianco e nero, per tacere ancora qualche giorno le palette colori della moda del futuro prossimo, che il video giornalista parigino Loïc Prigent, famoso per i suoi blitz nei backstage delle maison di moda, ci mostra in anteprima attraverso il video teaser della sfilata Chanel Haute Couture Autunno-Inverno 2020-21. Dopo uno stand-by di concerto con tutti i player dell’industria della moda, la maison di Rue Cambon ha annunciato il suo ritorno su grandi e piccoli schermi, anche quelli degli smartphone, da dove abbiamo seguito il lancio della collezione Cruise 20-21 e ora anche la release dedicata all’Alta Moda.

Capitolo Secondo // Il 7 luglio è stata dunque la mattinata di Chanel che ha rilasciato sui propri social/sito il video della sfilata Haute Couture diretto da Mikael Jansson (e sulla piattaforma digitale della Camera della Moda Francese). Un delicato viaggio tra i desideri di domani: così la maison guidata da Virginie Viard ha presentato la nuova collezione Chanel Haute Couture Autunno-Inverno 2020/21 attraverso un rendez-vous digital. “Ho pensato a una principessa punk che esce da Le Palace all’alba, con un abito in taffettà, capelli voluminosi, piume e molti gioielli. Questa collezione è più ispirata a Karl Lagerfeld che a Gabrielle Chanel. Karl sarebbe andato a Le Palace, avrebbe accompagnato queste donne molto sofisticate e molto vestite, e anche molto eccentriche" ha svelato la Viard. Opulenza, storia, ricchezza sartoriale senza limiti, attenzione maniacale ai dettagli per raccontare di un sogno che la stilista definisce "romantico nella sua vera essenza. C'è così tanto amore in ognuna di queste silhouette". Una dichiarazione che riempie le stanze dove nascono i Métiers d'Art di Lesage, Montex, Lemarié e Goossens. Antracite e nero, rosa shocking e lunghezze pop, scolli antichi (alla corte di Re Sole?) e spacchi moderni per geometrie sensuali. E poi ciò che illumina il sogno: i gioielli della High Jewelry collection della maison. Sognare, viaggiare, ricercare la manualità e la sua eccellenza: un'arte, la moda, da celebrare.

This content is created and maintained by a third party, and imported onto this page to help users provide their email addresses. You may be able to find more information about this and similar content at piano.io
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Fashion News