Close-up sui cappotti manifesto di Marni all’asta da Christie’s per una causa speciale

Quattro capi unici della collezione P/E 2021 Marnifesto saranno venduti dalla più grande casa d'aste al mondo per sostenere un'associazione che supporta gli artisti nello sviluppo di nuove opere creative.

marni christie's
MARNI_CHRISTIE'S

“Abbiamo dato una nuova interpretazione ai bellissimi capi che abbiamo trovato nei nostri archivi, dipingendo a mano le parole e i disegni raccolti durante il lockdown. Poiché questi capi trascendono il tempo e vanno oltre la moda, siamo estremamente orgogliosi di presentarli attraverso Christie's, sperando che risuonino ulteriormente e alla fine entrino nella vita di coloro che vorranno farne tesoro” Francesco Risso, Direttore Creativo di Marni, racconta così il nuovo, delicato, coraggioso, speranzoso, progetto della maison in collaborazione con la più importante casa d'aste al mondo. Saranno quattro i capi unici della collezione Primavera Estate 2021 Marnifesto, cappotti in pelle riciclata dagli archivi con parole e disegni dipinti a mano ispirati alla comunità di Marni, a essere messi all’asta da Christie's Jewels & Handbags Online: The London Edit, fino al 23 giugno prossimo. “Questi capi unici riverberano le emozioni nella comunità di Marni durante la pandemia di Covid-19 e sono il risultato di uno sforzo collettivo in un momento di incertezza e speranza”, continua Risso. L'asta online si è aperta il 9 giugno e accetta offerte a partire da 100 sterline, i proventi saranno devoluti attraverso la OTB Foundation alla mission di Alliance of Artists Communities, un'associazione internazionale di residenze d'artista che supporta artisti di qualsiasi disciplina nello sviluppo di nuove opere creative.

MARNI_CHRISTIE'S
MARNI_CHRISTIE'S

“In questo momento, abbiamo più che mai bisogno dell'arte e di supportare gli artisti e le comunità di artisti in difficoltà”, commenta Rachel Koffsky, International Senior Specialist, Handbags & Accessories di Christie’s. “La natura eclettica e dipinta a mano della collezione rappresenta la sensibilità del fai-da-te che è venuta alla ribalta all'inizio della pandemia. Mentre alcuni di noi preparavano la pasta madre o imparavano a lavorare a maglia, l'atelier Marni usava il proprio mestiere per dare un senso a questo tempo incerto e per guarire la comunità”. Durante la pandemia di Covid-19, infatti, il direttore creativo di Marni ha aperto un dialogo con i talenti, fotografi e consulenti creativi che hanno collaborato con il brand negli anni, tra cui Mykki Blanco, Jonah Hill, Michelle Elie, Julien d'Ys, Camilla Nickerson, Jess Maybury. Questa catena epistolare/creativa è servita d’ispirazione per la collezione Marni Marnifesto, concepita come celebrazione delle connessioni umane, dell'amore, della libertà e dell’espressione di sé. Tornato in studio, i preziosi archivi di Marni sono serviti come una tela neutra, con le collezioni precedenti riciclate e trasformate in capi unici, dipinti a mano con poesie, parole, motivi raccolti durante il lockdown, pennellate spontanee, ponti tra presente e passato e, soprattutto, futuro.

MARNI_CHRISTIE'S

This content is created and maintained by a third party, and imported onto this page to help users provide their email addresses. You may be able to find more information about this and similar content at piano.io
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Fashion News