Debutta la Speed Couture di Ferrari

Roboante e rampante ma sostenibile e gender fluid: così la prima collezione moda Ferrari.

ferrari fashion show 2021
Alessandro Argentieri

«Progettare una Ferrari è come disegnare un abito. La grande differenza sono i materiali». Queste le parole del 36enne Rocco Iannone che, dopo Dolce&Gabbana, Giorgio Armani e Pal Zileri, ha esordito ieri con la prima collezione Ferrari: un coinvolgente mix di grafiche, tessuti innovativi e dettagli ispirati alle cilindrate, interni e carrozzerie modenesi. E il tutto è gender fluid: «Le auto, come i vestiti, non hanno sesso. Lo stesso look esiste nella taglia baby poi XXS fino alla XXL senza distinzione di genere, basta avere la grinta giusta».

Mariacarla Boscono ha aperto la sfilata Ferrari
Filippo Fior Imaxtree.com

I 52 capi che hanno sfilato ieri al primo piano della sede di Maranello, nel mitico reparto V12 (quello dei motori a dodici cilindri) sono un concentrato di streetwear d’eccezione, a volte logato, ma che sorpassa il vecchio concetto del merchandising fatto di cappellini e magliette unisex, il cui unico valore era lo stemma. A rendere così speciale questa collezione sono le sete dalle stampe pop, i tessuti riciclati leggeri, cangianti e sensuali da alternare alle borse da avvocatessa laccate con vernici glossy come le carrozzerie Ferrari. In più ci sono anche i tacchi dinamici, gli occhiali a onda come certi parabrezza roadster e gli orecchini punk ispirati da un cavallino più che mai rampante. D’altra parte innovazione, estetica, artigianalità e performance sono i quattro valori Ferrari e Rocco Iannone, dopo due anni di warm up a Maranello, non ha voluto deludere il chairman di Ferrari John Elkann e Nicola Boari, chief brand diversification officer del marchio.

Filippo Fior

La doppia striscia di luce di 130 metri (per lo studio Betak è la più lunga da loro mai progettata), i faretti e le vetrate rosse hanno alzato la temperatura della sala infervorata dalle falcate delle top Mariacarla Boscono e Natalia Vodianova insieme alla ritmata e cinematografica musica di Frédéric Sanchez, composta ad hoc per lo show.

Natalia Vodianova ha concluso la sfilata Ferrari a Maranello
Filippo Fior Imaxtree.com

Dopo Lana Del Rey che si era fatta cucire dei bomber logati per mostrare il suo amore verso le Testarossa, le sorelle Kylie e Kendall Jenner che sfrecciano con le loro Ferrari 458 a Los Angeles, «anche chi non ne ha una, come me - dichiara Iannone - potrà avere un originale progetto Ferrari». Perché come diceva il fondatore Enzo Ferrari: «La passione non si può descrivere, si può solo viverla».

Un look Ferrari creato da Rocco Iannone
Filippo Fior Imaxtree.com

Per festeggiare Rocco Iannone, è seguita una cena al ristorante Cavallino con baccalà mantecato, crème caramel al parmigiano reggiano, rosette di pasta e paciugo di mascarpone pensati da Massimo Bottura. Ad apprezzare le sensoriali portate John Elkann e la moglie Lavinia Borromeo, Francesca Bellettini (Ceo di Saint Laurent e nel board Ferrari), i designer Marc Newson e India Mahdavi, il presidente della Camera Nazionale della moda Carlo Capasa, la dj Charlotte De Witte e l’architetto inglese dei nuovi store Ferrari Simon Mitchell. Più che ospiti, amici e sostenitori di questa leggenda italiana.

Rocco Iannone, stilista della prima collezione Ferrari
Filippo Fior Imaxtree.com
This content is created and maintained by a third party, and imported onto this page to help users provide their email addresses. You may be able to find more information about this and similar content at piano.io
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Fashion News