Gli occhiali da sole di Gigi Hadid sono il vero specchio (dell'anima) della top?

Auto-intervista a Parigi per il lancio della sua seconda capsule con Vogue Eyewear. Tra ricette stellari e dichiarazioni per Rihanna.

image
Courtesy Photo

Una giornata dal meteo contraddittorio, caratterizzata ora da un caldo sole primaverile, ora da un'algida nevicata fitta fitta. Condizioni climatiche agli antipodi possibili solo nel cielo di Parigi. Cornice ideale per la presentazione della nuova collezione Vogue Eyewear by Gigi Hadid, sofisticata capsule collection di occhiali da sole (e da vista), arrivata alla seconda edizione (dopo il grande successo della prima), creata in prima persona dalla super modella californiana, quella Gigi Hadid fenomeno generazionale. Che si è raccontata - semplicemente e sorridente - a MarieClaire.it.

Tre hashtag per descrivermi? #effortless #chic & #bold. Sono questi i tre mood che cerco di seguire col mio stile.

La cosa più inedita che amo? I Bollywood Movie. Adoro la musica, gli intrecci della trama, i costumi. Mi piacciono moltissimo!!!

Il mio hobby? Cucinare. E se siete curiosi di sapere qual è il mio piatto più riuscito, vi stupirò dicendo che è quello che non ho ancora mai fatto. Mi piace mettermi sempre alla prova…

Una lezione che ho imparato? Sicuramente quella dello sport! Credo che molto della mia etica del lavoro derivi dal mio background di sportiva. Fin da piccola ho praticato tanti sport, ad esempio la pallavolo. Un’attività di team che mi ha fatto apprendere l’importanza del gioco di squadra. Insegnandomi non solo che “l’unione fa la forza” ma anche di quanto sia importante preservare - e valorizzare - le differenti personalità anche all’interno di un gruppo coeso. Una “lezione” che tento di seguire, anche nella quotidianità nella gestione del mio team di lavoro, cercando di ascoltare tutti e rispettare le varie opinioni.

Courtesy Photo Stéphane Cardinale

Il mio accessorio fashion del cuore? Gli occhiali. Ne ho una collezione sterminata. Li cambio ogni giorno o anche più volte al giorno. Se mi sento sporty o glamourous, sono come un “face make up”, fondamentali per definire il mio look. Deve essere una passione che ho ereditato da mia madre. Per questo adoro questo progetto. Mi piace molto lavorare con il team Vogue Eyewear e la collezione mi corrisponde molto: le linee slim, sottili, come gli occhiali cat-eye dalla montatura sottile o per le montature metalliche di suggestione anni ’90 (come gli occhiali che indossava la mamma appunto). D’altronde, nelle collaborazioni come nella vita, non faccio nulla in cui non mi riconosca al 100%.

Il mio segreto di bellezza? Dormire! Con tutti i fusi orari arretrati che ho ho sempre paura di non svegliarmi in tempo per gli appuntamenti.

Il mio indirizzo del cuore? Una family farm nascosta a Upstate New York. È qui dove mi sono rifugiata per lavorare alla collezione di occhiali Vogue Eyewear. Si tratta di un luogo incantevole, super ispirante. E rilassante. Forse l’unico posto al mondo dove spengo il telefono. Come sanno loro malgrado (ride ndr) i miei collaboratori…

Una fashion icon? Rihannaaaa! È uno dei miei idoli. Spero che sia tra le prime a indossare i miei occhiali Vogue Eyewear. Poi - ovviamente - mia mamma. Tutto quello che so, me lo ha insegnato lei.


Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Look delle star