​Cos'hanno in comune Cate Blanchett​ e Kate Middleton​? Un furto al Festival di Cannes...

La presidentessa di giuria e la duchessa di Cambridge unite da una scelta di stile memorabile.

image
Getty Images

Un anno fa al Sundance Festival, Cate Blanchett presentava il suo Manifesto. Una trasposizione su pellicola cinematografica della sua versatilità dietro l’obiettivo. Quest’anno, alla 71esima edizione del Festival di Cannes Cate Blanchett presenta un nuovo manifesto, scritto di suo pugno ancora una volta, mettendoci la faccia (e il corpo statuario) ancora una volta. Il nuovo manifesto dell’attrice australiana non si guarda sugli schermi all’ombra del Palais du Festival, lo si gode piuttosto all’ombra delle palme che costeggiano e costellano tutta la Croisette. Il nuovo manifesto di Cate Blanchett è trasposizione couture su tappeto rosso della sua capacità di essere memorabile in tutto ciò che fa (o interpreta). Presidentessa di giuria per l’edizione 2018 del Festival di Cannes, semplicemente indossando un (primo) look Cate Blanchett compila il manuale del buon esempio couture, l’ode all’ecosostenibilità sartoriale che si prende gioco dei salotti buoni & patinati della Hollywood che non indossa mai lo stesso vestito per più di un click sul red carpet.

Getty Images

Così, alla prima serata di Cannes 2018 Cate Blanchett compie la scelta (l’errore di stile, per molti) destinata a passare nella storia della rassegna francese (e di tutti i festival a stelle e strisce). Con un abito Armani Privé in pizzo nero indossato già ai Golden Globes del 2014, la protagonista di Blue Jasmin scende in campo opsss sul boulevard a sostegno della Green Carpet Challenge, l’iniziativa di moda sostenibile fondata dalla sua amica Livia Firth (e moglie di Colin). A testa (e acconciatura moda) altissima, l’attrice 48enne ricicla il vestito di crinolina e cristalli indossato 4 anni fa. Compiendo lo stesso azzardo haute couture, caro allo stile di Kate Middleton. La futura (?) regina d’Inghilterra, oggi regina di sostenibilità e avvezza al riciclo di cappotti premaman, abiti da sera, sandali (troppo) alti… ha sdoganato a corte il riuso esponenziale di un guardaroba destinato alla raccolta di polvere dentro gli armadi reali. E adesso, è tempo che anche una sovrana degli schermi internazionali manifesti l'importanza di un cambiamento. Non d'abito ma di mentalità.

Getty Images
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Look delle star