La storia di Lovisa Lager la modella curvy di cui tutti vogliono parlare (e meno male)

"Quando sono stata scoperta, pensavo fosse uno scherzo". Ora è tra i protagonisti della campagna Futro by Ader Error x Puma.

image
Instagram

I suoi capi preferiti sono quelli sportivi, felpe e ciclisti in primis. Una predilezione che salta subito all'occhio se si sbircia nel suo profilo Instagram dove ha recentemente postato il video della campagna Futro by Ader Error x Puma che la vede tra i (modelli) protagonisti. Lovisa Lager fa parte di quella nuova generazione di modelle che ha deciso di usare il proprio corpo come manifesto di body positive, manifesto la cui portavoce massima oggi (e specie sui social) è Lena Dunham. Donne, o meglio ragazze, che il body shaming lo combattono in prima linea postando primi piani della loro (burrosa) bellezza diversa.

La modella Lovisa Lager, che ha firmato un contratto con IMM's division, ha raccontato su The Cut, che quando è stata scoperta, pensava fosse uno scherzo. "Venendo dalla Svezia e portando una taglia extra, pensavo fosse impossibile fare la modella. Se ho uno shooting una volta alla settimana sono felice. Mi va bene così. Non sono schizzinosa quando si tratta di questo tipo di servizi fotografici perché so quanto sia importante mostrare la diversità".

Perché si parla così tanto e bene di Lovisa Lager? Ha 19mila follower su Instagram, dichiara la sua età attraverso l'uso smodato di emoji, dichiara di appartenere al culto di Lauryn Hill, e di essere figlia della generazione "da" sitcom Black-ish. Vorrebbe poter parlare con i cani e avere come super potere la super velocità, perché è sempre in ritardo. "Il mio album preferito è Endless di Frank Ocean e adoro cantare Halo di Beyoncé", racconta la modella di origini thai ancora a The Cut. Pura freschezza, volto che entra di diritto nel capolavoro di donne che per lavoro fleggano la categorie modelle curvy. Volto da seguire: stay tuned!

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Look delle star