Le golden shoes di Melania Trump sono le décolletées più fuori luogo (politico) di sempre?

In visita in Argentina per il G20, la First Lady più ambigua che gli States ricordino è sbarcata trainando con sé la sua atmosfera festiva (forse non richiesta).

image
Getty Images

Nostra signora dello stiletto sfoggiato come pantofola di casa, regina assoluta del tacco 12 disinvolto come non se ne vedevano da tempo. Melania Trump non si smentisce. In visita in Argentina per il G20 la First Lady più ambigua che gli States ricordino, irrisolto mistero tra discrezione fuori dall’ordinario e potenziale bomba inesplosa negli affari pubblici, è sbarcata trainando con sé la sua migliore atmosfera festiva. Per quanto le concerne, almeno. E ha scelto il colore viola, tanto per incasinare di più le carte in tavola. Prima con una gonna lavanda. Poi Melania Trump scarpe dorate di Christian Louboutin e purple dress Reem Acra con cintura coordinata alle décolletées killer, mossa da prima sciùra d’America che riesce ad evocare il gelo della neve anche nell’estate argentina.

Viola colore simbolo del movimento LGBTQ, in alcune culture considerato funereo. Viola che mescola il blu e il rosso della bandiera USA, in un certo senso. Ultra Violet Pantone colore dell'anno (che termina) ed espressione di Melania Trump sulla scia del video di Natale più discusso degli ultimi tempi, foriero di meme e commenti (im)pietosi per quegli inquietanti alberi rossi dentro la Casa Bianca che hanno mostrato la gigantesca, scioccante solitudine della moglie del presidente degli Stati Uniti. Melania Trump è una donna sola, si vede così tanto da far male. Ma sa mascherare bene: un’ametista brillante, luminosa, dritta sulle scarpe dorate da festa ininterrotta. Le golden shoes di Melania Trump = FLOTUS style ai massimi nell’altro emisfero.

Getty Images

Melania Trump è abituata a vestire dichiarazioni che sono intromissioni nei discorsi del mondo. Si erge con i suoi stiletti a inarrivabile comunicatrice di stile e semiotica dell’abito. Inappuntabile nella sua ambiguità da trattato di couture-politik che non smette di arricchirsi di prove colore e contributi: dal grigio malinconia di Parigi che invece di mimetizzarla l’ha fatta risaltare agli occhi del mondo (eclissando tutte le altre signore della politica mondiale, da Brigitte Macron alla principessa Charlène di Monaco), al bianco purezza ostentato nelle visite ufficiali, fino a quell’azzurro potente dell’insediamento presidenziale. Melania non parla, ma dice moltissimo. In contraddizione, anche, nel suo arcobaleno di colori e forme.

Ma Melania Trump décolletées slim fit = costante certezza. Si può anche far fatica a comprendere cosa voglia dire o se ci è/ci fa, ma una sicurezza la regala: lo stiletto. Sempre, rigorosamente in alto. Sopra tutto e tutti (e torna l’interpretazione). Svetta, Melania. Con i tacchi (rosa) persino per zappare il giardino della Casa Bianca a favor di fotografi, spolverando di glitter il ricordo della peggiore eredità che potesse capitarle in sorte (Michelle Obama, che domande). Le ballerine Melania Trump le ha messe una volta sola e le è bastato. Stop. Non si sfugge dalla passerella quotidiana e la ex modella lo sa. Melania Trump scarpe dorate e abito viola acceso in Argentina al G20 anticipa quel Natale che ha già mostrato in video. Scintillante, magnificamente addobbato. Unico. Solo. Come lei.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Look delle star