Gli occhiali da vista di Gwyneth Paltrow per vederci chiaro (nel suo super business)

L'attrice e imprenditrice di Goop non nasconde la presbiopia dell'età, anzi, la enfatizza con un paio di superbi aviator dorati.

image
Getty Images

Come gestire la miopia dopo i 40 anni quando sei una star internazionale? Con gli occhiali da vista particolari, speciali, sempre aggiornati nei tempi rapidi della moda. E con questa scusa gli occhiali da vista si smarcano dalla banalità noiosa e riprendono il glorioso ruolo di accessorio glamour. Gli occhiali da vista di Gwyneth Paltrow non sono una novità: l’attrice e imprenditrice di Goop non ha mai nascosto di usarli per correggere i difetti di vista. Ma escluso qualche selfie al naturale pubblicato sul profilo Instagram Gwyneth Paltrow non li aveva mai sfoggiati così plateamente.

Fino alla presentazione di un evento dedicato proprio alle news e tendenze occhiali da vista 2019 che si è tenuto al festival South By Southwest di Austin in Texas. E dove Gwyneth Paltrow in abito blu corto, tacchi neri, gambe eternamente scolpite da ragazzina per cui l’adolescenza sembra non arrivare mai, ha scelto una montatura in stile aviator dorata. Gli occhiali da vista dorati di Gwyneth Paltrow, la cornice perfetta per i suoi celebri occhioni azzurri. Dorata come i suoi capelli, lieve sul viso da supergiovane di Gwynnie. Che ci scherza sempre su, ma gli anni sembrano davvero non passare per lei. Una montatura aviator giocosamente eccessiva ma calibrata nella miniatura per non stonare troppo sul volto dolce dell’attrice di Iron Man, pronta a dare ufficialmente addio al personaggio di Pepper Potts per immergersi nella sua azienda.

Quella di Gwyneth Paltrow oggi con gli occhiali da vista all’evento Vision Council del SXSW è stata un’apparizione più defilata e dimessa dopo il Goop Summit che si è tenuto il secondo venerdì di marzo a New York. Qui gli occhiali non li ha sfoggiati, no. Gwyneth Paltrow ha brillato in perfetto look 70’s di gonna bianca e blusa morbida blu (più stivaletto bianco Louboutin con tacco killer) accanto a colleghe come Elle McPherson e Demi Moore, e alla giornalista Arianna Huffington. Presente anche la figlia Apple Martin, döppelganger di sua madre con qualche accenno di papà Chris. Un’autocelebrazione del suo marchio di successo lifestyle, come Gwyneth Paltrow ha sempre definito Goop, che sin dal primo momento è stato al centro di controversie e dubbi della comunità scientifica. Con tanto di sbufalate clamorose, e gli esperti che hanno imposto a Goop l’assunzione di un fact-checker. Gwynnie, d’altronde anche tu lo sai bene: meglio vederci chiaro, sempre.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Look delle star