Il patriottismo di Angelina Jolie in una borsa d'autore

L'ultimo discorso alle Nazioni Unite, l'ultimo look-engagé, l'ultimo messaggio potentissimo firmato Jolie.

image
Getty Images

Sono una patriota. Amo il mio Paese. E voglio vederlo rifiorire. No, questa non è la chiosa del libro di Michelle Obama. No, questo non è il (gran) finale dell’ennesima orazione in total white (& red lipstick) di Alexandria Ocasio-Cortez. No, questa non è la didascalia di una foto su Instagram di Melania Trump. A parlare in politichese oggi come ieri, e probabilmente domani, è Angelina Jolie alle Nazioni Unite. Longuette nera da manuale dei retori della res publica, camicia in seta color latte di mandorla a mostrare delicatamente il décolletées di Lara Croft prima di Alicia Vikander, lo stiletto nude impalpabile en pendant con la nuance cappuccino del trench Angelina Jolie ora predicatrice dei diritti delle donne ad alzare la propria voce per invocare la fine del conflitto in Afghanistan.

Getty Images

Credo in un’America che vuol farci sentire parte di una comunità internazionale. Dove gli Stati lavorano insieme per trovare dei compromessi, dei punti d’accordo fra loro, in modo da ridurre i rischi di scontro, continua l’attrice premio Oscar Angelina Jolie anni 43, di cui un terzo trascorso dietro le cattedre dell’ONU. Una settimana dopo aver calcato il tappeto rosso della première americana del nuovo film di Tim Burton Dumbo (prole a seguito, ça va sans dire), una settimana dopo aver mostrato ai cinque continenti i suoi nuovi tatuaggi (e bentornato al ritrovato divismo firmato Angie), una settimana dopo aver fatto (stra)parlare i tabloid sopra e sotto l’Equatore con la storia del bifurcated judgement nel divorzio con Brad Pitt, la donna Maleficent (solo sullo schermo in 16:9) ritorna al suo eterno (dopo)lavoro, l’attivismo politico.

Il silenzio della comunità europea di fronte a quello che sta succedendo in Afghanistan è preoccupante, ha commentato l’ex ragazza interrotta durante il suo ultimo discorso nella sede newyorchese dell'organizzazione intergovernativa. Non potrà mai esserci pace o speranza di stabilità in Asia Meridionale così come in nessun altro luogo se i diritti delle donne continueranno a non essere presi in considerazione. La falcata traduzione di self confidence studiata nei decenni, il make up aureo riscaldato dal rossetto rosso rétro, traduzione della nuova politica femminile a stelle e strisce, la VRING Bag Valentino Garavani à porter, traduzione delle borse tendenza della Primavera Estate 2019, l'ultimo look di Angelina Jolie è la bandiera rossa, nera, oro dell'ultimo messaggio engagé della couture politik. Sogno una nazione che crede che gli uomini e le donne siano nati liberi e uguali.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Look delle star