Dall'Apple Watch alle scarpe argento per Rania di Giordania la modernità è un titolo reale

In un succedersi di principi e principesse la discrezione di Rania è un titolo che nessuno può toccare: e la

image
Getty Images

Moderna, attuale, contemporanea e, dizionario dei sinonimi alla mano, nessun contrario al suo stile: Rania di Giordania riporta la corona dell’eleganza ben oltre le terre d’Albione dove la monarchia inglese dice la sua in termini di vendite couture. Per la presenza ufficiale di Laura Mattarella e padre, sì, Sergio Mattarella, Rania di Giordania porta il sole in versione evento pubblico/politico. Le scarpe argento di Rania di Giordania non sono altro che la risposta al perenne confronto con le critiche sibilline che l’hanno resa sfinge e delicatezza all’unisono. Con una tracollina giallo limone di Amalfi (la classica Trunk di Marni) Rania conferma che lo sguardo ai designer meno istituzionali e più pop-contemporanei è sempre attento, più che attento, moderno.

E se continua la sua politica stilistica di trench-dress (madame e monsieur ma il livello di sublime che ciò comporta?) la regina non manca di sottolineare che, Apple Watch al polso, il mondo moderno lo conosce e frequenta per bene: a partire dalle tendenze moda che la tengono distante da look più palesemente reali come suggerirebbe l’armadio della Principessa del Marocco salita alle cronache per un divorzio misterioso eppur mediatico. Al Husseiniya Palace in Amman Rania di Giordania accoglie gli ospiti italiani con passo discreto su stiletto giallo zafferano e punta argentata: come dire il passato (abbinare borsa e scarpe, cliché rimasto solo a Victoria Beckham) e il futuro (argento, space-couture) convivono sereni nell'armadio tra i meglio forniti delle casate reali mondiali. Mentre si lascia fotografare con il marito al quale è legata da 25 anni e il figlio cocco, Hussein scapolo tra i più ambiti al mondo, Rania di Giordania potrebbe sembrare Angelina Jolie in un film alla The Tourist così come una madre e moglie totalmente rasserenata da ruoli e dicerie (eccesso di chirurgia estetica incluso). E osare quello che altri reali non hanno ancora osato: lasciare le etichette nelle suite reali.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Look delle star