Quando Charlotte Gainsbourg ruba gli abiti a Jane Birkin, oui maman

Crasi anni 80 e mood anni 70 per Charlotte che inaugura (a suo personalissimo modo) Cannes 2019.

"The Dead Don't Die" & Opening Ceremony Red Carpet - The 72nd Annual Cannes Film Festival
Pascal Le Segretain/courtesy photo Saint Laurent

The Dead don’t die è un titolo provocazione “a cura di” Jim Jarmush. Ma potrebbe benissimo essere la nuova canzone interpretata da Charlotte Gainsbourg che alla prima del film al festival di Cannes ha calcato il tappeto rosso pallido con un look tutt’altro che pallido. La figlia di Jane Birkin e Serge Gainsbourg torna sulle scene a fianco di Javier Bardem e nel farlo edita la quintessenza della parigina prestata alla Costa Azzurra. Sembrerebbe aver attinto a piene mani dagli armadi da storia del costume di mamma Jane e, invece, quello che è il primo look di merito di Cannes 2019 è opera della liaison con Anthony Vaccarello che per la figlia di Serge sceglie un tubino monosillaba drapée effetto animalier minimale.

Dominique Charriau / Courtasy Photo

Uno scioglilingua di moda che racchiude lo spirito inarrivabile di chi nasce icona suo malgrado (o no?). E se c’è un dettaglio che può non scappare da quella citazione anni 80 sono le calze nere velate su décolletées open toe in vernice. Quadro fin troppo francese per l’attrice 47enne madre di tre figli e compagna di lunga data di Yvan Attal? No, per la 72ma edizione del festival del cinema di Cannes l’attrice protagonista di Lux Aterna di Gaspar Noé si lascia guardare. E all'Auditorium Louis Lumière, in una giura di gentili ospiti da Hollywood (a partire dalla giurata Elle Fanning, passando per Selena Gomez e Tilda Swinton) il tricolore di Francia sbandiera fiero (anche se in bianco e nero)...

Pubblicità - Continua a leggere di seguito