L'abito da sposa di Charlotte Casiraghi numero 2, l'inizio di un nuovo regno

Secondo rito (religioso), secondo abito, seconda maison couture, secondo omaggio alla famiglia (molto femminile)

image
Getty Images

Quanti abiti può avere una principessa? Quanti ritratti ufficiali può avere una principessa e il suo principe (acquisito)? Nel romanzo monegasco che ha infiammato la fronda social(Insta) del primo weekend di giugno la coppia Charlotte Casiraghi e Dimitri Rassam ha dato vita a una nuova saga che merita nuovi romanzi rosa da leggere. L’abito da sposa di Charlotte Casiraghi non poteva dunque essere uno, il toto-scommesse che ha attribuito diversi stilisti per il primo rito civile di sabato (confermato un Saint Laurent corto, modernité vs banalité) è stato seguito dal secondo abito da sposa di Charlotte Casiraghi neo signora Rassam: e questa volta un look Chanel Haute Couture bianco con un fiocco stilizzato a svelare il décolleté della più parigina del club monegasco.


Due scelte che si concludono (a dovere) con l’elemento vintage: il collier di nonna Grace Kelly creato dai più esperti artigiani gioiellieri di maison Cartier. Tripudio sartoriale made in France per la principessa che dal balcone di Montecarlo si è allontanata presto: meglio la Sorbona di Parigi, suo vero regno dove ha studiato filosofia, scienza della mente per cui ha creato una fondazione, un luogo di incontri che presidia molto più dei red carpet. Ma nella scelta finale di un weekend di festeggiamenti il trittico Saint-Laurent, Chanel, Cartier è molto più di un’ovvia ottima scelta tra gli abiti da sposa a cui una principessa può ambire. Per citare De Sica questo è un Ieri, Oggi, Domani formato couture per il casato monegasco.

Nella seconda giornata di festeggiamenti religiosi Charlotte Casiraghi in abito bianco Chanel non ha indossato la collana d’archivio di nonna Grace Kelly solo per ovviare alla tradizione matrimoniale del “una cosa prestata, una vecchia e una blu”. A fianco di un Dimitri Rassam dai capelli effetto wet (ps: Charlotte Casiraghi al Ballo della Rosa aveva anticipato la tendenza della neo famiglia) Charlotte ha indossato le maison care a mamma Carolina di Monaco (e la sua collezione di Chanel Haute Couture da collezione), ha ricordato la rivoluzione culturale apportata da Grace Kelly al regno (e neo amici del Principato inclusi, lei che volle un negozio di tappeti antichi e artistici, oggi IL fornitore del casato monegasco, quanto un ballo charity quanto una raffinata biblioteca...). E mentre gli account Instagram non ufficiali dedicati a Charlotte Casiraghi sommano i dettagli rubati della cerimonia, dalle iniziali CD avvolte da corone fiorite su tavole jungle boho-chic al tuffo in piscina dal neo sposo, la 32enne mamma di Raphaël e Balthazar conduce il regno nell’understatement che le si addice: apprendistato parigino nei migliori atelier, incluso.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Look delle star