Le scarpe da avere nella vita e quando a svelartele è madame Susan Sarandon

"Se anche le scarpe possono essere gioielli, che gioiello indosseresti come scarpa? "

Serpentino come un tacco bicolor e un fianco da premio Oscar. Abbagliante come i preziosi in punta di décolletées e le luci della ribalta hollywoodiana. Monumentale come l’archivio di una maison da museo della couture e la filmografia di un’attrice da manuale della cinematografia. Quanti aggettivi possiamo incastrare tra le righe che ricamano insieme le parole Roger Vivier e Susan Sarandon? Infinite come i metri di raso di seta che sono stati confezionati dagli anni Trenta a oggi, come le cineprese che hanno catturato gli sguardi della Louise del grande schermo. Il casato delle pump gioiello, nato fra Moulin Rouge e Folies Bergères, incontra Susan Sarandon l’interprete delle pellicole a-generazionali un frame dopo l’altro nel corto che presenta e celebra la collezione Autunno Inverno 2019 di Roger Vivier. Ispirato al cult Made in Italy di Antonio Pietrangeli Io la conoscevo bene, il mini film Jewels to Shoes ricrea la storia di una giovane aspirante attrice che insegue i suoi sogni… e le movenze della sua insegnante di recitazione, Susan.

Courtesy Photo

Intonazione, recitazione, dizione. Tacco, punta, suola, fibbia. In un vortice di vibrazioni, suoni e ticchettii da cui ci lasciamo volentieri ipnotizzare, dal primo all’ultimo dei 2 minuti del video di campagna desiderato dal direttore creativo di Roger Viviver Gherardo Felloni, entra in scena Susan Sarandon di velluto caviale e lacca rossa sulle labbra vestita. Se anche le scarpe possono essere gioielli, che gioiello indosseresti come scarpa? è il refrain che Susan prova a far sillabare ai suoi pupilli, mentre il marmo di una villa barocca nel cuore di New York si lascia attraversare da décolleté Courbette, stivali Viv’ Tex e ballerine Broche Vivier. Ovvero tre delle icone fra le scarpe Roger Vivier reinterpretate oggi nella nuova collezione per la prossima stagione. “La mia passione per il cinema d’autore mi ha portato a inspirarmi a un’altra delle mie ossessioni, Io la conoscevo bene, forse la pellicola più emozionante del maestro Pietrangeli”, confessa Ghidoni, “Roger Vivier è da sempre stata una maison legata profondamente alla cinematografia, e quale miglior modo per mantenere viva questa splendida eredità?”. Susan Sarandon, a 72 anni, ha fatto un patto non con il diavolo, ma l'estetica libera, da tenere in cassaforte "come un gioiello che indosseresti per sempre".

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Look delle star