I pinocchietti di Marion Cotillard da studiare (nella biblioteca di Chanel)

Cronache dall'ultima sfilata Haute Couture della maison di Rue Cambon, cronache dell'ultimo flashback look della musa francese.

image
Getty Images

L’andatura è Eighties, vuoi per l’effetto bagnato vuoi per le forme sinuose. Il richiamo è fantasy, vuoi per il modello à la Aladdin vuoi per il remake Disney in arrivo. Il rosso è francese, vuoi per l’attrazione tricolore vuoi per la sfumatura che non impegna… se il tuo domicilio è all’ombra della Tour Eiffel. L’ultimo look di Marion Cotillard in pinocchietti scarlatti è l’outfit che forse meriterebbe davvero di essere inserito in quella biblioteca di stile che è la nuova location della sfilata Chanel Haute Couture 2019 2020 by Virginie Viard al Grand Palais di Parigi. Lo stesso luogo che ha da pochissimo ospitato Karl Forever, l’evento celebrazione dell’esteta, genio, multi designer Karl Lagerfeld scomparso sei mesi fa.

Getty Images

Marion Cotillard oggi musa, artista, compagna, donna che anche Coco Chanel avrebbe amato, ha avuto la capacità di indossare e endorsare il paio di pantaloni pinocchietto rossi in cui scorre tutto il dna Chanel, dalle silhouette alle sfumature per nulla facili. La rilassatezza con cui la storica fidanzata di Guillaume Canet (10 anni di amore incondizionato dentro e fuori i set francesi ci bastano???) interpreta quella manciata di centimetri di rouge vinilico, micro t-shirt nera con lettering-glittering, cintura chain Chanel, occhiale da sole stondato e lady bag bianca matelassé in versione mignon e Mary Jane ai piedi. E se la sua collega/conterranea Caroline de Maigret passeggia tra i volumi del tempo in sneakers Chanel total white, le scarpe di Marion Cotillard a punta affilata tengono tempo e passo completamente differente. A dimostrare che il vero simbolo di understatement è quel blu nobile, quello che solo le parigine non nobili sanno scovare.

Getty Images

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Look delle star