L'abito di Catherine Deneuve è oro vivo addosso (by Chanel)

Presidente di giuria della 45esima edizione dell'American Film Festival di Deauville, l'attrice brilla - letteralmente - sul tappeto rosso francese.

Tribute To Johnny Depp - 45th Deauville American Film Festival
Francois G. DurandGetty Images

Nel 1970 il biondo chantilly della sua chioma nebulosa faceva pendant con l’essenza in flacone couture al bergamotto, sandalo e vaniglia nelle réclame americane di Chanel Nº 5. Cinquant’anni dopo, Catherine Deneuve in abito dorato ops oro colato della Maison di Rue Cambon veste la sua interpretazione ultima, quella di presidentessa della giuria del Festival del Cinema Americano. Scenografia è Deauville, il comune francese del Calvados, dove ogni anno, da 45 anni, si celebrano le eccellenze in 16:9. Partner d’eccezione della kermesse, in scena dal 6 al 15 settembre, Chanel magnifica la cittadina normanna luogo dove Coco aprì la sua prima boutique nel 1912, in rue Gontaut Biron. I beige dei granelli caldissimi, i marroni delle orme sul bagnasciuga, gli azzurri polvere delle onde che baciano la costa, i colori delle prime collezioni Chanel in vetrina a Deauville sono i colori che lo stesso borgo francese ispirava all’estro di Gabrielle.

Catherine Deneuve in abito dorato Chanel alla 45esima edizione dell’American Film Festival di Deauville
Francois DurandGetty Images

Impossibile non notarlo/amarlo in passerella, quella della sfilata Chanel Métiers d'art 2018 2019 dedicata all’Antico Egitto, l’abito di Catherine Deneuve è un manto di velluto impalpabile che sembra bagnarle d’oro colato il corpo-icona degli anni Sessanta (e oltre). Impreziosito da un coat in lana, il primo freddo francese si fa sentire anche sulla costa francese, una pochette matelassé Chanel da collezione color cobalto, sandalo gioiello oro e lunghi pendenti in perle e oro 18 carati (ça va sans dire…) della collezione San Marco, quasi a ricordare il parallelo geografico dove la Belle de jour del cinema internazionale si trovava pochi giorni fa. Tra le attrici protagoniste del Festival del Cinema di Venezia 76, Catherine Deneuve e Juliette Binoche raccontavano la loro Verité, titolo del film presentato in concorso, in presa diretta sulla Laguna. Verità forse scomode, che non si hanno voglia di nascondere, come i tatuaggi su collo del piede e schiena che l’attrice 75enne non ha voglia di nascondere, anzi.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Look delle star