Nei pantaloni di Victoria Beckham c'è una sentenza couture (la sua)

Rouge noir come un rossetto della sua linea beauty, sapere couture ormai assodato e genialità ton sur ton: Vic è tornata (e non ce n'è per nessuno).

Un parterre de rois familiare, allargato alla potenza atlantica (di origini britanniche): alla sfilata di Victoria Beckham Primavera Estate 2020, la ex Posh Spice ha dipanato con una front row d’eccellenza il decalogo della vera casa reale inglese. Cioè la sua. I pantaloni di Victoria Beckham, rosso scuro, un rouge noir tinto di borgogna purissima, e camicia di seta caramello impalpabile a disegnare orgogliosamente gli aggiornamenti delle prossime wishlist di moda. Che passano dai pantaloni di Victoria Beckham, filo conduttore della sua rinascita da designer: lunghissimi, eterni, la piega dritta come una sentenza che si ammorbidisce soltanto a contatto con i piedi ingioiellati nei sandali.

Sono i pantaloni di Victoria Beckham oggi, elogio di un minimalismo in equilibrio sulle ispirazioni anni 70 di colletti rigidi e lunghi. Rappresentanza couture della casa reale di Victoria e David Beckham, mentre i giovani in prima fila - Brooklyn, Romeo, Cruz, i tre figli maschi ormai ampiamente dalle parti dell’adolescenza (persino superata nel caso del primogenito ormai 20enne) - osano il grunge di jeans masticati e ciuffi spettinati che mamma Vic approva solo per loro. A tenere la scia del gusto famigliare c'è la unica figlia femmina Harper: proprio la mini-Vic, la dolce cocca di mamma che Victoria Beckham su Instagram non manca mai di mostrare con infinito amore, Harper Beckham in abitino a fiori e sorriso spontaneo ha mostrato al mondo cosa significhi essere la nuova protégé di Anna Wintour, seduta ieraticamente accanto a lei. Harper e la direttrice di Vogue US entrambe con abito a fiori, smeraldo a fiori viola quello della signora della moda, bianco da romantica fanciulla british quello della figlia di Victoria Beckham, in grado di strappare più di un sorriso alla sua vicina di posto.

View this post on Instagram

#HarperSeven #AnnaWintour #VBSS20 x VB

A post shared by Victoria Beckham (@victoriabeckham) on

Chi c’era alla sfilata di Victoria Beckham a Londra, quindi, dove ha debuttato anche l’attesissima linea Victoria Beckham Beauty? Intanto, un intoppo: poco prima dello show di VB un gruppo di attivisti di Extinction Rebellion ha protestato per sensibilizzare contro l’inquinamento dell’industria tessile, una manifestazione che si è ripetuta già ad altri show della London Fashion Week. Dalla fur-free Vic Beckham sono arrivati la divina Helen Mirren, grande dama del cinema made in UK, Kim Jones direttore creativo della linea uomo di Dior (marchio scelto da David Beckham in completo grigio per presenziare alla sfilata della consorte nell’anno del 20esimo anniversario di matrimonio), le modelle Karen Elson e Sinéad Burke, i genitori di Victoria Beckham Jackie e Anthony Adams con l’altra figlia Louise.

Una domanda ha serpeggiato silenziosamente: chi era la grande assente di questa sfilata di Victoria Beckham dopo aver presenziato alla precedente, inclusa la tradizionale cena della vera royal family d’Inghilterra? La modella Hana Cross (ex) fidanzata di Brooklyn Beckham. A quanto pare i due si sono lasciati, il figlio di Vic e David le avrebbe dato il benservito nonostante l’amore a favor di Instagram: alcune fonti sostengono che lei vorrebbe tornare con il primogenito Beckham, ma lui non sia proprio interessato. E c’è chi giura che David e Victoria Beckham siano stati parecchio contenti che la relazione copia-incolla sia finita senza grossi strascichi. Almeno per ora.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Look delle star