L’era del cappotto rosso di Blake Lively è appena (ri)cominciata

Affrontare il grande freddo con la palette colori Lively: check.

Un fil rouge di passione, il comfort chillax q.b. contro il gelo della notte newyorkese. L’era del cappotto rosso di Blake Lively parte da un trench in latex ante tendenza, di aggressività stemperata, e sfocia nel teddy coat doppiopetto color melagrana. Un cambio di passo avvolgente che sigilla l’eterno binomio capelli biondi su cappotto rosso e segna il ritorno pubblico di Blake Lively dopo la nascita della terza figlia, tenuta debitamente nascosta. Rompere la riservatezza con un cappotto rosso per Blake Lively è quasi un automatismo naturale. In un momento storico in cui i red coat ritornano prepotenti nelle wishlist grazie ai simbolismi veementi di Jane Fonda, la tre volte mamma Blake Lively lo reinterpreta nel modo più tenero comfy-chic di tutti.

Per ricomparire in notturna Blake Lively oggi ha scelto un evento semiprivato come il compleanno dell’amica bionda (e finalmente 30enne) Taylor Swift. E pure se a New York si dribblano i fiocchi di neve, accanto all’amato marito Ryan Reynolds l’attrice e lifestyler non sembrava patire affatto il freddo. Il cappotto rosso di Blake Lively gettato casualmente sulle spalle ha seguito uno styling urban a tema (forse) con il compleanno della diva pop: t-shirt stampata dei Los Angeles Lakers, gonna trasparente di tulle sparkling, stivaletto oxblood, Blake Lively ha cercato di ripararsi dai flash dei fotografi mentre usciva dalla festa, assecondando gli inevitabili scatti con un paio di sorrisi. Ma ben cosciente che un teddy coat rosso e le gambe nude di Blake Lively nell’eterno gioco vedo non vedo delle trasparenze, calamitano l’attenzione ancora di più.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Look delle star