La nuova musa di Naomi Campbell è Vivienne Westwood, o è il contrario?

“Credo che le cose nella vita accadano quando devono accadere. Mi ci sono voluti 33 anni di carriera per fare una campagna Westwood. Se è destino, le cose accadono”, ha raccontato la Pantera Nera della couture.

“Sto leggendo la Mitologia e per questa campagna è come se fossimo sulla strada per il paradiso...", chiedere a Vivienne Westwood oggi spiegazioni di qualsiasi tipo apre vasi di Pandora del sapere, non solo couture, che lasciano felicemente interdetti, di stagione in stagione. Per la Primavera Estate 2020, ad esempio, la signora della moda inglese ha pensato bene di chiamare l’amico e fotografo Jurgen Teller, monopolizzare le rue del 18 arrondissement di Parigi quello sulla collina di Montmartre, e far posare una modella che non aveva mai posato prima d’ora, per lei s’intende. A 49 anni Naomi Campbell in abito blu erotico, in long dress rosso con spacco, in camicia dalle stampe fluo è il corpo e l’interprete della campagna Vivienne Westwood 2020 Spring Summer.

“Credo che le cose nella vita accadano quando devono accadere. Mi ci sono voluti 33 anni di carriera per fare una campagna Westwood e sono felicissima di farla nel mio 49esimo anno di vita. Se è destino, le cose accadono”, racconta Naomi Campbell oggi musa per la prima volta della designer e Dama dell'Ordine dell'Impero Britannico, che solo un anno faceva marciare tutti i mali del mondo in una sfilata-provocazione. Meno di 365 giorni dopo, il manifesto dell’insubordinazione della Westwood ha un nuovo capitolo, un nuovo volto, un nuovo corpo monumentale e monumento della moda degli anni a cavallo tra i due secoli.

Courtesy Photo / Vivienne Westwood

"Quando disegno i vestiti, immagino una storia e quando qualcuno mi fotografa indossando quegli abiti ho sempre in mente ciò che raccontano”, continua Vivienne Westwood ora protagonista anche lei, insieme al marito dal 1992, Andreas Kronthaler e Naomi Campbell degli scatti e del video d’autore che mixa le luci al neon, le texture calde della scenografia parigina e crea un'aria rarefatta dove tutto si crea, tutto si distrugge, tutto si trasforma...

Courtesy Photo / Vivienne Westwood
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Look delle star