Le sneakers di Meghan Markle scelta politica (a sostegno del Brasile)

Inutile girarci intorno: le figure femminili politiche stanno decisamente usando gli outfit (più differenti e belli di quelli maschili) anche per mandare messaggi neppur troppo nascosti.

image
Getty Images

Cosa insegna Melania Trump in missione solitaria in Egitto? Che in tempi di Instagram et similia è praticamente impossibile fare di un abito da ambasciatrice un semplice abito da ambasciatrice. Le sneakers di Meghan Markle incinta e (comunque) sportiva sono l’ultimo esempio lampante. Agli Invictus Games in terra australiana, la prima ad aver l’onore di ospitare il futuro Royal Baby di Meghan e Harry, la duchessa del Sussex ha indossato un paio di sneakers bianche apparentemente low-profile. Il messaggio, invece, è tutt’altro che low-profile. Le sneakers di Meghan Markle sono Veja, brand francese dai fortissimi connotati sostenibili. Non solo in materia di uso di materiali eco-consapevoli ma anche per la scelta di assumere persone in difficoltà.

Passo indietro: Meghan Markle in espadrillas è so Pippa Middleton? Gli stivaletti bassi di Meghan Markle sono una ovvia scelta da neo mamma che archivia il tachissimo a favore del comodissimo? Okay, le sneakers di Meghan Markle in barca per assistere con il marito agli Invictus Games a Sydney potevano essere di qualunque brand. Invece sono le V-10 di Veja, brand che si impegna da sempre a lavorare solo con cotone organico, gomma selvatica estratta dalla foresta amazzonica, un team di 80 persone coinvolte nel brand e zero, zero, zero pubblicità.

Scelta alquanto hard-core che ha invece ha funzionato visto che ora la pubblicità non richiesta arriva proprio da Meghan Markle, la reale più seguita del globo. Create da Sèbastien Kopp e Francois-Ghislain Morillion nel 2004 le sneakers Veja hanno da subito puntato al mondo dell’eco-sostenbilità: regole di commercio equo e solidale, gomma selvatica e bottiglie riciclate rispettivamente per suole e tomaia, fino al modello SDU che è 100% vegano nei materiali. Dunque Meghan Markle non indossava proprio un paio di sneakers bianche qualunque. E in tempi di accettazione sociale e immigrazione il messaggio non finisce qui: Veja ha come centro logistica e gestione store e-commerce l'Atelier Sans Frontières, sistema che aiuta le persone con difficoltà a reintegrarsi nella società a partire dal mondo del lavoro Brasile in primis. L’impegno tra le due compagnie è la spina dorsale della politica delle sneakers verdi. Come dire, la californiana tacciata di spendere troppo, la californiana che ama lo yoga e le décolletées di Acquazzura sempre e comunque, sta lanciando un messaggio chiaro. Ed è solo l’inizio.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Scarpe