Le scarpe estive che mai avremmo immaginato di desiderare, e invece...

Il brand anglo-spagnolo Miista lancia il nuovo paio di court shoe virali. E l'estate è (già) arrivata.

image
Imaxtree

Quanti giorni ci separano dagli andirivieni sul lungomare al tramonto? Quante gocce d’addio all’inverno dovranno cadere prima di sentire i raggi del sole in loop sulla pelle? Quanti intrecci di dedizione couture possiamo contare sul paio di scarpe estive tacco midi e ossessione moda del futuro (imminente)? Immaginate nei salotti del design londinese e confezionate da artigiani spagnoli che ricamano il loro savoir faire antichissimo ai trend 2019, 2020, 2021… le Taissa Heels di Miista brand virale su Instagram e sulle strade delle città con più alto tasso di concentrazione fashionista sono le scarpe basse dell’estate 2019 create con la volontà dichiarata di spaccare in due i desideri e le tendenze moda di stagione. Effetto too much vintage o fantasia nostalgica declinata su pelle intrecciata e tacco geometrico in legno? Impalpabile, fresca e perfetta per abbinamenti intelligenti (dall’abito sottoveste ai pantaloni cargo strutturati), la court shoe di Miista ha quella (iper)femminilità d’antan.

“Miista combina la saudade verso le mie origini spagnole alle caratteristiche della donna moderna secondo me: sentimentale, teatrale, surreale, introspettiva, ispirata e ispirazionale”, spiega la fondatrice Laura Villasenin sul sito del brand. “Lo stile senza tempo, il pellame italiano, le forme e i materiali più inaspettati si fondono ai miei ricordi della costa atlantica della Galicia, dove sono cresciuta, e agli scenari della Londra contemporanei”. Lanciata nel 2010, la prima collezione di scarpe online ha immediatamente conquistato cuori e caviglie delle donne appassionate di design, vintage e scarpe eleganti dall’iconicità morigerata, quasi a rappresentare un ossimoro à porter. “Il mio scopo era quello di creare un brand con cui giocare e sperimentare forme, colori e materiali, ma senza mai sacrificare la qualità, la vestibilità e il prezzo”, continua la Villasenin. ““In 9 anni sono riuscita a condividere le mie passioni con un team incredibile, pur rimanendo una company indipendente, ma il nucleo del nostro successo è rappresentato dagli artigiani di Alicante che confezionano le nostre scarpe utilizzando tecniche del 19esimo secolo”.

“Cos’è per me la femminilità? No, non è SOLO stare comode, è anche delicatezza, sobrietà, classe, riconoscibilità… Potrei continuare all’infinito ma, okay, ci sono dei sandali da disegnare…”

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Scarpe