In un volo Miami-Parigi ci sono le ore che servono per creare le nuove pump J’Adior

In esclusiva a Marieclaire.it il video savoir-faire che svela come nascono le scarpe in bianco&nero di Maison.

Nove ore, 230 mila punti, due colori, sei lettere. Sono queste le coordinate couture che servono per individuare la posizione (l’ideazione, la creazione, la relazione d’amore) delle nuove scarpe Dior J’adior. Le pump nero caviale e bianco burro i cui passaggi di realizzazione compongono la ricetta (già) più riuscita, (già) più iconica della collezione Autunno 2019 Dior by Maria Grazia Chiuri. “Non c’è macchinario che si possa sostituire all’immenso valore delle mani, perché il lavoro dell’essere umano custodisce in sé poesia e vita”, confessava Christian Dior in uno dei suoi scritti. Ed è proprio da questa ode all’opera d’arte cui sono stati trasferiti i battiti del cuore del suo creatore che nasce, frame dopo frame, il video savoir faire delle décolletées J’Adior con l’iconico tacco a virgola.

Courtesy

Passione ancestrale, precisione essenziale, padronanza confidenziale, è questo il refrain al cui ritmo vanno le mani degli artigiani baciati dalla luce del sole parigino degli atelier Dior. Idee che prendono vita in punta di pennarello su un bozzetto da museo della moda, su una velina tratteggiata e adagiata su una forma in legno, sotto l’imperturbabile andare di un telaio meticoloso, seguendo i contorni di un unico frammento di tessuto ricamato, ultima sfida dell'innovazione tecnica della Maison di Avenue Montaigne. Come in un climax di emozioni sartoriali che rispondono ad un unico obiettivo: calzare à la perfection i desideri di ogni donna.

Courtesy
This content is created and maintained by a third party, and imported onto this page to help users provide their email addresses. You may be able to find more information about this and similar content at piano.io
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Scarpe