Le slingback sneakers di Nike, chi è pronto?

Un Frankenstein couture, un'opera (d'arte) virale, un caso da intrigo del fashion biz internazionale.

image
Vincenzo GrilloGetty Images

Questo potevo farlo anche io. Qui potevo arrivarci anche io. Vabbè, ci saremmo riusciti tutti. Quante volte abbiamo pensato/pronunciato questa frase guardando un’opera d’arte, un film, leggendo un aforisma o sfogliando una rivista di moda? Prepariamoci a ripensarlo/ridirlo di fronte alle scarpe-Frankenstein più virali di questa stagione. Slingback Nike? Nuove sneakers Nike? Slingback sneakers Nike? Non siamo ancora riusciti a scoprire il sesso di questi sandali con tacco basso, né la categoria in cui un fantomatico e-shop potrebbe catalogarli, ma per una scarpa che grida al je m’en fous, che va contro le differenze di genere, che va incontro agli obiettivi ecosostenibili della moda, non possiamo che cadere ai suoi piedi. O, meglio, far cadere i nostri piedi dentro le suole della calzatura-caso che sprofonda - letteralmente - le sue radici fra la Romania e Londra. Luogo natio, il primo, e di formazione, il secondo, di Ancuta Sarca, stilista 27enne che ha inventato le sneakers slingback di Nike come si inventano le cose migliori, per caso.

Stanca di ammucchiare paia di scarpe da ginnastica in una scarpiera divenuta ormai troppo piccola, Ancuta decide di riciclarle trasformandole in qualcosa di diverso. Un kitten heel lì, una punta 90s là, una bozza studiatissima a pilastro di questo modello virale, e la ricetta per la condivisione/acquisto di massa è servita. Un progetto solo apparentemente poco pretenzioso, perché Ancuta Sarca, con i suoi master in arte e design, ha un’idea molto molto chiara del fashion biz. Le collaborazioni fra brand, personaggi e piattaforme media, anche i più diversi fra loro, sono il futuro della moda. Lo professa fresca di partnership con Sports Banger, boutique feticcio per gli athleisure addicted inglesi, all’interno della quale ha lanciato la sua prima capsule di scarpe Nike customizzate. Figlia dei suoi tempi, la designer rumena è nativa della green couture, per questo ogni dettaglio di una scarpa vintage può essere un cinturino, una fascetta, un decoro con cui accessoriare la slingback più dibattuta di stagione. Scommessa aperta.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Scarpe