La nuova campagna di sneakers New Balance è suprema, per ovvi motivi

Le dad sneakers sono morte, le dad sneakers sono risorte ma hanno cambiato paternità (e generazione d'appartenenza).

image
Courtesy Aimé Leon Dore / Instagram

Le abbiamo chiamate dad sneakers per anni, gli anni in cui le scarpe da ginnastica hanno mutato forma (suole disparate, colori disparati, abbinamenti disparati) e funzione (dalla sala attrezzi alle passerelle di Parigi è un attimo). Le abbiamo accolte nelle nostre scarpiere senza domandarci il perché del brutto per il gusto del brutto, dello stile dei nostri padri negli anni Novanta messo in discussione, degli zeri periodici sui cartellini dei prezzi. Lo abbiamo fatto seguendo le tendenze del 2019, 2018, 2017… E lo faremo anche abbassando il capo alla moda del 2020, 2021, 2022… Con una piccola accezione, però, le furono “scarpe per il tempo libero”, le chiameremo granddad-grandma sneakers, a seconda del nostro sesso o del consanguineo che ci sta più simpatico quando ci passa la bustarella con la mancia sotto il tavolo alla domenica mattina. Sembra questa la provocazione/ispirazione dell’ultima campagna di New Balance, il colosso in gomma e suède e combo colori (im)perfette che ha monopolizzato il mercato delle sneakers virali (dopo Nike e Adidas, ça va sans dire). In foto, l’unica in circolazione per il momento, le nuove sneakers New Balance, nonostante il fondo bianco e lo scatto minimal-ista, s’intravedono a stento. Il focus dello scatto e dell’interesse nazionalpopolare è tutto incentrato sulla modella che le indossa. Una nonna. Con una stylist di tutto riguardo, ma certamente una nonna. La grandma putativa di una generazione di nipoti che potrebbero tenere lectio magistralis sulla pratica del reselling.

Beanie a costine, bob mosso alieno alle tinte per capelli, felpa con cappuccio sotto un maglione a righe, calzino spesso in spugna bianco ottico, joggers risvoltati sulla caviglia, e il lessico e l’abbigliamento gen zedder c’è tutto. Cioè, tutto quello a cui i brand moda pop-olari ci hanno abituati e, forse, un filo stancati. Ma se per attirare la nostra attenzione, di papabili compratori online compulsivi e nottambuli, c’è bisogno di un bouquet di carote afflosciate, una baguette svettante dentro una busta di carta stropicciata e quell’ombrello formato XXL che non entrerà mai nei nostri North Face da spending e business review, beh, allora l’adv delle sneakers New Balance 990 V2 e 900 V5 ha ragion (d’esistere) da vendere. Letteralmente.

Comparso per la prima volta sul portfolio Instagram di Aimé Leon Dore, l’omonimo brand del fashion designer dal dna newyorchese dichiaratissimo, il teaser della nuova campagna New Balance resta per il momento un post muto. Nulla è ancora stato svelato sulla data di uscita e il prezzo delle sneakers New Balance 2020. Grigio grafite, giallo mustard e lavanda, la trinità colori della prima versione, cappuccino, blu navy e bianco ghiaccio, la seconda. Palette Pantone neutro-neon con cui lo stilista a stelle e strisce sfuma le sue collezioni e le collaborazioni streetstyle. Da JJJJound a No Vacancy Inn e Stray Rats, Aimé Leon Dore è alla seconda stagione couture di partnership con il brand di articoli sportivi fondato a Boston nel 1906. Già lo scorso aprile, infatti, Dore aveva customizzato le sneakers New Balance 997, oggi vendute (le poche che si trovano online, chiaro) al quadruplo del prezzo di partenza. Destino che attende anche il drop di sneakers dal motto beffardo, life in the balance. Una vita precaria, forse più per i nipoti che per le grandma?

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Scarpe