Le sneakers realmente sostenibili, a minor impatto ambientale

Usano materiali vegani al posto della pelle, derivati da piante e frutta, oppure riciclati da bottiglie di plastica, ma i nuovi brand di eco sneakers non rinunciano al design.

sneakers allbirds
Courtesy Allbirds

Diventare "carbon neutral" è diventato il nuovo mantra per chi desidera uno stile di vita più sostenibile, ma riuscire a compensare le emissioni dei propri consumi non è impresa facile. Per questo è sempre più importante scegliere con consapevolezza cosa acquistare. Indossare sneakers sostenibili sembra essere parte di questa piccola rivoluzione. Uno studio del MIT - Massachusetts Institute of Technology ha calcolato che un paio di scarpe da ginnastica genera circa 13,6 kg di CO2, un dato piuttosto alto per un prodotto di questo tipo. L'impatto ambientale per produrre un paio di sneakers è considerevole per diversi motivi: la produzione industriale richiede molti passaggi, i materiali sono spesso plastici e quindi derivano dal petrolio, oppure richiedono lavorazioni inquinanti e che consumano molta energia, come per la pelle.

Sono nati quindi molti brand di sneakers sostenibili che utilizzano materiali naturali o innovativi, frutto di riciclo (plastica Pet riciclata o nylon riciclato) o biomateriali creati a partire da piante o scarti della frutta e che imitano l'effetto "pelle" (senza però essere di origine animale e quindi con certificazione vegana). È importante, però, che i materiali siano di qualità e garantiscano la durevolezza delle scarpe, perché anche l'acquisto frequente di nuovi modelli non è certo un'abitudine sostenibile. C'è chi si è inventato formule nuove, come cambiare solo la tomaia, la parte sopra, senza acquistare una nuova suola, o chi decide di vendere solo su ordinazione per non avere avanzi di produzione da smaltire. Questi marchi di sneakers sostenibili mettono in primo piano il design e lo stile insieme all'impegno ambientale e diventano così interessanti per tutti i tipi di clienti. Il plus? Vendono online e molti sono made in Italy.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
1 Sneakers sostenibili: YATAY
Courtesy photo

Orgogliosamente made in Marche, nel famoso distretto calzaturiero italiano, queste scarpe sono certificate vegane dalla Peta e puntano tutto su materiali innovativi e di qualità, prodotti sempre in Italia. Per esempio, gomma riciclata da vecchi copertoni, materiali derivati da bottiglie di plastica usate e cellulosa o polimeri estratti da cereali e mais per evitare quelli a base di petrolio. In più, il codice impresso sulla suola della scarpa permette di piantare alberi per compensare le emissioni di CO2 della produzione (basta andare sul loro sito) oppure di far riciclare il paio di scarpe quando non saranno più utilizzabili.

2 Sneakers sostenibili: ACBC
Courtesy photo

Tenere la suola (che ha l'impatto ambientale maggiore) e cambiare la tomaia, la parte sopra, grazie a una zip. Così da rispondere alle esigenze di chi desidera avere uno stile diverso, ma senza acquistare una scarpa nuova. È l'idea di questo brand nato a Milano solo 3 anni fa, ma che vanta già collaborazioni notevoli (EA7 Emporio Armani, Moschino) e diversi store monomarca. Non utilizzano alcun prodotto di origine animale (certificazione Peta) e scelgono materiali eco derivati da mais, alghe, uva, ananas, o il nylon riciclato. Ogni scarpa ha una sua "carta d'identità" che ne spiega il grado di sostenibilità.

3 Sneakers sostenibili: WOMSH X COMOVITA
Courtesy photo

Comovita è un'azienda che rivende solo su ordinazione moda e accessori sostenibili certificati, ogni volta trovando un partner diverso per la produzione. Organizzano una campagna per ordinare il prodotto in modo da produrre soltanto i pezzi che venderanno di sicuro. Al momento stanno lavorando con Womsh, italianissima azienda di scarpe sostenibili con sede vicino Padova: dal 2014 producono sneakers in ecopelle derivata dagli scarti di mela (invenzione trentina) per la linea vegana, mentre utilizzano pelle derivata da scarti di lavorazione per la linea normale.

4 Sneakers sostenibili: ID.EIGHT
Courtesy photo

Lostilista sud-coreano Dong Seon e la product manager Giuliana Borzillo sono un duo affiatato nella vita e nel lavoro. Uniti dall'amore per le sneakers e per la sostenibilità hanno creato questo brand nel 2020, made in Italy e cruelty free. Si ispirano a linee e colori degli anni 90 e per ora hanno due soli modelli, genderless, entrambi in materiali derivati da scarti della frutta (mele, uva, ananas) uniti a cotone e poliestere riciclato. Il plus? Nella scatola, in carta riciclata, c'è in regalo un sacchetto di semi da piantare.

5 Sneakers sostenibili: ECOALF
Courtesy photo

Il brand spagnolo fondato da Javier Goyeneche è famoso per i materiali ricavati dai rifiuti ripescati nei mari, soprattutto plastica: hanno un vero e proprio programma di pesca rifiuti organizzato insieme ai pescatori locali. Con i filati producono abbigliamento e accessori in stile urban. Le nuove sneakers "Act now!" sono in nylon riciclato, vegane e prodotte in una filiera etica.

6 Sneakers sostenibili: VEJA
Courtesy photo

Uno dei brand di eco sneakers più famosi, fondato nel 2005, diventato celebre anche grazie a "testimonial" come Meghan Markle ed Emma Watson. Puntano tutto su una filiera etica, materiali innovativi e riciclati e trasparenza. Il nuovo modello "Urca" è vegano, prodotto in Brasile, in un materiale alternativo alla pelle realizzato in cotone ricoperto di mais, con lacci in cotone organico.

7 Sneakers sostenibili: PO-ZU
Courtesy photo

Il nome del brand deriva dal giapponese "fare una pausa" ma in realtà sono britannici. Producono tra lo Sri Lanka e l'Europa, assicurando una filiera attenta ai lavoratori (hanno una buona valutazione sulla app di moda etica Good On You). Non hanno rinunciato alla pelle, ma propongono molti modelli vegani in materiali derivati dal legno, mele, ananas o cotone bio. In foto, l'ultimo modello "Dragonfly" è vegano, con parti in gomma naturale fairtrade, fibra di cocco e cotone bio.

8 Sneakers sostenibili: BE FLAMBOYANT
Courtesy photo

Tatiana Gonzalez e Jorge Lopez sono una coppia spagnola under 30 con la passione per l'ambiente e le scarpe da ginnastica: hanno messo il proprio progetto su Kickstarter un anno fa con una campagna di crowdfunding e sono riusciti a produrre una prima collezione in Portogallo. Unisex, certificata vegana, a basso impatto, hanno scelto materiali durevoli ma riciclati o bio. A ottobre lanciano la seconda collezione, che promette di essere ancora più sostenibile della prima.

9 Sneakers sostenibili: ALLBIRDS
Courtesy photo

Sono state definite "le scarpe più comode del mondo" e possono essere tranquillamente indossate senza calzini, ma quello che le rende famose (oltre a essere state viste ai piedi di Leonardo Di Caprio e Cindy Crawford) è il loro approccio alla sostenibilità. L'azienda con sede a San Francisco è infatti una B Corporation a tutti gli effetti e fin dagli inizi, nel 2016, si dedica a trovare soluzioni per abbassare l'impatto ecologico di ogni singolo paio di sneakers. Oltre alla predilezione per fibre naturali e riciclate, studiano nuove applicazioni e materiali alternativi a plastica e affini, come la suola derivata da canna da zucchero fair trade.

10 Sneakers sostenibili: NAE VEGAN
Courtesy photo

Approvate dalla Peta perché completamente vegane (non solo le sneakers, ma tutti i loro modelli), queste scarpe portoghesi sono apprezzate per i prezzi contenuti. Utilizzano materiali come similpelle vegana, cotone organico, sughero, scarti dell'ananas e plastica Pet riciclata recuperata dal mare. In foto il modello unisex "Re-Claim".

11 Sneakers sostenibili: ROTHY'S
Courtesy photo

Questo marchio americano apprezzato dalle celebrities soprattutto per le ballerine (Eva Longoria, Emma Roberts, Charlize Theron) ha anche una linea di sneakers vegane. Tutti i modelli sono lavabili in lavatrice e utilizzano materiali riciclati da bottiglie di plastica, similpelle vegana, lana merino. Le scarpe sono prodotte in Cina, con l'impegno a essere "zero waste" e il brand compensa le proprie emissioni collaborando con un progetto di conservazione della foresta amazzonica. In foto, il nuovo modello "The Lace Up", disponibile in diversi colori pastello.

This content is created and maintained by a third party, and imported onto this page to help users provide their email addresses. You may be able to find more information about this and similar content at piano.io
Pubblicità - Continua a leggere di seguito