I costumi da bagno che stanno bene a tutte (frutto di plastica riciclata e mea culpa)

Ookioh è un brand USA fondato da un ingegnere indiano che fa produrre in Italia i tessuti di lussuoso riciclo: andare in spiaggia consapevoli.

image
Courtesy Photo Instagram Ookioh

Ookioh, un’onomatopea dal significato nascosto. Che traduce la parola giapponese ukiyo, il piacere in senso epicureo, la ricerca della bellezza più piacevole che c’è. Applicata ai costumi da bagno per tutte e con molta attenzione per l’ambiente. Perché nell'industria moda i bikini&co sono tra i capi più impattanti e per essere certificati quali costumi da bagno sostenibili il percorso è più che mai attento. Lo swimwear di Ookioh, brand supergreen, inclusivo e che più organic non si può, è la risposta a chi cerca tessuti per costumi da bagno riciclati e a scarsissimo impatto ambientale. Il marchio è stato fondato da Vivek Agarwal, un ingegnere di origine indiana laureato alla Western Michigan University in meccanica. Ma evidentemente il suo futuro non era nella progettazione di macchine. Il sogno di bambino di Vivek Agarwal era la moda. E nel 2017, ha finalmente preparato la prima collezione ufficiale di costumi da bagno Ookioh tenendo a mente quello che era il suo faro primario: la sostenibilità su più fronti.

La mission eco del brand Ookioh è chiarissima: la lycra utilizzata nei costumi da bagno è tutta di riciclo. I prossimi step riguardano il packaging, che passerà presto a essere completamente plastic-free. Vorrebbero spostare la produzione in USA approfittando delle normative e degli impianti che trasformano la plastica in tessuti per la moda, come avviene dal riciclo di reti da pesca o da bottiglie. Attualmente i tessuti di riciclo vengono prodotti in Italia, raccontano sul sito del brand, con un procedimento di recupero di quello che viene definito ocean waste: “La fabbrica prende questi avanzi dall’oceano, come le reti da pesca rotte, e i prodotti di scarto, e li trasforma in tessuti di lusso. Siamo per la sostenibilità, lavoriamo sempre per ridurre la nostra carbon footprint, e vorremmo eliminare la plastica del tutto nel giro dei prossimi tre anni” ha raccontato l'imprenditore ai giornalisti Andrew Shang e Emily Mercer che ne hanno tracciato il profilo più completo su WWD. Inoltre la volontà di Vivek Agarwal è quella di avere un team di tutte donne, oltre a lui a capo, che includa magazziniere e programmatrici dello shop online di Ookioh. L’affermazione non sarà facile, visto che intorno al mondo della moda ecosostenibile iniziano a muoversi anche parecchi brand molto più forti sul mercato. Ma la strada da percorrere, per loro, è proprio questa: “Non bisogna essere intimiditi nel richiedere aiuto. Nella comunità sostenibile, le persone si appassionano alle cause e sono più predisposti ad offrire aiuto e consiglio” ha spiegato Vivek Agarwal a WWD.

Quindi in un'estate 2019 che ha già siglato accordi con le tendenze beachwear i costumi da bagno che stanno bene a tutte di Ookioh si ritagliano un ruolo non da poco. Tra slip sgambatissimi, effetto nostalgia per gli anni 90 da brazilian wax e sottili top con triangoli strategici per l’abbronzatura o più coprenti per chi opta per lunghe sessioni di nuoto e sport non mancano i costumi interi in eterno revival per quel tocco ladylike anche in spiaggia. A dare la giusta potenza espressiva ci sono le tinte neon delle tendenze colore costumi da bagno 2019, dal verde acido al giallo fluo spaziando per l’arancio evidenziatore, con tocchi di righe blu e rosso. Una palette che vibra di caldo, di estate, di ghiaccioli, di parei corti allacciati maldestramente. I costumi da bagno per tutte sono quelli che stanno soprattutto bene al pianeta?

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Tendenze