Questi sono i 7 look Gucci Primavera Estate 2019 che tutti vorremo

Dal tailleur anti-sciùra all'abito-frangia: Alessandro Michele sfila a Parigi e porta in passerella la spettacolarizzazione della contraddizione.

Gucci - Show and Finale - Paris Fashion Week Spring/Summer 2019
Daniele VenturelliGetty Images

Parigi ospita lo show Gucci Primavera Estate 2019. Montmartre ospita Alessandro Michele. Il teatro Le Palace torna in scena dopo che, quarant’anni fa, era stato protagonista di una wave memorabile, i quali attori protagonisti rispondevano ai nomi di Yves Saint Laurent, Andy Warhol, Rolling Stones (per citarne alcuni...). Oggi è la cornice perfetta che sintetizza l’ispirazione melancolica della collezione Gucci Primavera Estate 2019. Il teatro dell’assurdo, un senso di estrema decadenza, le sovrapposizioni e le forti (apparenti) contraddizioni. Alessandro Michele porta in scena una vera e propria pièce teatrale, in cui i modelli diventano attori protagonisti (tutti) di un mondo parallelo e luccicante, fatto di velata tristezza e molte paillettes, di pochi sorrisi e di tanto caos. Piume, frange, maxi occhiali da sole, linee sghembe e poetiche. Sembra che nulla sia al proprio posto, sembra che sia tutto poco disciplinato, eppure, in tutto questo capannone danzante, c’è una quiete e una discrezione quasi perfetta. In scena alla sfilata Gucci PE 2019 anche il latex, che diventa parte integrante del corpo, una vera seconda pelle che aiuta a sdrammatizzare gli abiti lolita-like e li rende più umani. E ancora, due grandi epici omaggi: il tailleur si veste di nuova pelle, fa dell’autoironia e piace anche ai millennials, mentre lo smoking nero Gucci in punta di piedi si fa spazio tra i look più eccentrici zittendo tutti. E poi il colpo di scena, come in ogni opera teatrale che si rispetti. Arriva Jane Birkin e canta, in un prezioso completo maschile. Cala il sipario. Applausi.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
1 La giacca in pelle di Gucci
Brand courtesy

È LA giacca della prossima Primavera Estate 2019 perché è color caramella, non ha revers e si può indossare sempre, senza rischiare di essere fuori luogo.

2 L’abito bianco di Gucci

Proprio perché si parla tanto di bianco, proprio perché l’abito bianco must have è e sarà sempre IL capo da venerare. E se ha rouches multistrato sulle spalle, effetto principessa, allora non ci sono dubbi.

3 Il body in latex di Gucci

Latex couture sei la benvenuta! Il body realizzato in collaborazione con Wovo diventa la chiave di volta dei look daily di Alessandro Michele. Quindi romanticismi e profumo di fragola stemperati dall’effetto wet’n’shine del latex = poesia.

4 Il mix and match di Gucci

Assolutamente sì al mix stampe. Soprattutto al mini-check sui toni caramello e al pantalone con la stampa all over di fragole.

5 L’abito azzurro di Gucci

Taglio morbido, scollatura profonda, pioggia di frange effetto sparklin’. È decisamente uno dei pezzi chiave più realistici dell’intera collezione.

6 Il tailleur di Gucci
Brand Courtesy

Il classico tailleur va un momento in panchina e lascia spazio ad una sua rivisitazione per nulla noiosa, anzi. Ben tre colori per il tailleur di Gucci che manda a casa l’effeto sciùra-like. (Che bello è?!)

7 Lo smoking nero di Gucci
Brand Courtesy

Ok però non dimentichiamo gli evergreen. Da uno smoking del genere non si può prescindere, proprio no. Pura poesia declinata (anche) sui maxi revers.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Tendenze