Abbiamo bisogno di un cappotto rosso per sentirci dentro una fiaba? No retorica, grazie

Addio cliché sul cappotto rosso. Ispiriamoci a questi 7 outfit e tuffiamoci a capofitto nel Natale 2018. Cheers!

image
Getty Images

Hey tu cappotto rosso, ma non dovevamo vederci più? Oppure no, meglio riformulare il pensiero. Bentornata aria di Natale. C'è solo una cosa che va evitata: il filtro cliché con il quale edulcoriamo ogni singolo pensiero che riguarda il Natale. Niente vischio, niente Rupert, niente Grinch, please. Perché il cappotto rosso lungo, o corto al ginocchio che sia, va assolutamente considerato tra i must have di stagione. Nelle sue varianti burgundy o tartan, in quella politically correct faux fur o effetto teddy-bear, doppiopetto o declinato su un effetto vinilico è il guilty object da bramare. Non cadiamo nel retorico immaginario di ispirazione dei Fratelli Grimm (per carità), ma sposiamo con voti civili la causa e, piuttosto, dedichiamo del tempo a capire come si abbina il cappotto rosso. Anzi, consideriamo cosa si deve assolutamente evitare quando si indossa Il capospalla dell'anno. Prima di tutto MAI e poi mai abbinare più di due capi rossi: la concorrenza a Santa Claus non è affatto di tendenza. Stessa regola vale per le sue varianti colore e sfumature: mai abbinare il rosso all'arancione, al fucsia o al burgundy. A meno che, questi colori, non facciano parte dello stesso capo. Da evitare anche l'effetto "fuochi d'artificio", che si ottiene quando si abbina un cappotto rosso in lana a capi con troppi glitter o paillettes. Stessa regola vale per gli abiti in oro o con quei make-up capodanno troppo sparkling: sempre meglio indossare il rosso abbinandolo a toni freddi e con make up effetto nudo. Ovviamente queste sono solo alcune delle regole basiche da evitare. Ma, attenzione, per ogni regola c'è sempre un'eccezione da amare. O anche più di una.

E quindi ecco nella gallery i 7 outfit da amare (e soprattutto copiare) per essere SEMPRE impeccabili con il cappotto rosso!

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
1 Moi Lolita
Getty Images

Nella versione più hottest ever, il cappotto rosso in vinile che invita a osare e a lasciare la paura a casa. Un po' trench, molto anni '80, con fit coccola che crea un audace effetto Moi Lolita. Perfetto con i leggings neri investimento (oh sì, sì!) e i cuissardes da femme fatale, ma anche (e soprattutto) con i mini abiti in velluto (e bretelline sottilisssssime).

2 Knitwear dream
Getty Images

Maxi, over, esagerato-moderato andante. Il cappotto knitwear che sembra un maxi-pull segna perfettamente la vita (fianchi burrosi fatevi avanti), slancia le gambe e riscalda le corde vocali. Ha un effetto cocoon sul corpo e disegna delle linee così morbide che si può indossare in N modi diversi. Per esempio? Con maxi fusciacca in vita (e denim skinny), plain, che scende morbido sulle gambe (e con una minigonna in ecopelle e calze a rete) o con una sottoveste in raso.

3 STRA-TI-FI-CA-ZIO-NI
Getty Images

Proprio per esser sicuri di non essere troppo romantici o fiabe-addicted, ecco la soluzione. Strati su strati, giacca pigiama-like su jeans a zampa anni '70, abito aperto che ricorda le vestagline impalpabili di mammà e due cappotti sovrapposti. Sembra pura follia, ma forse è tra i look più amati dell'autunno inverno 2018, per la sua estrema versatilità.

4 Neverending tartan
Getty Images

"Certi amori non finiscono, fanno dei giri immensi e poi ritornano" (cit.) Questo è proprio il caso di dirlo, no? Tartan, caro tartan, come potremmo mai mandarti in pensione? Vero, a volte ne abbiamo abusato (anni '90, siete in ascolto?), ma mai e poi mai potremmo rinnegarti. Il cappotto lungo in tartan è elegante, è impeccabile, è intramontabile. Nelle sue più disparate varianti è uno di quei capi che tutti dovremmo avere nel guardaroba.

5 Sporty Xmas
Kirstin SinclairGetty Images

Consideriamo anche il piumino, il capospalla più discusso degli ultimi N inverni. Per molti è stato messo al bando dopo il suo periodo d'oro d'epoca paninara, per altri recuperato dagli archivi moda e elevato a capo "premium" (e anche con una certa gloria). Ok, ma come si abbina il piumino? Domanda da un milione di dollari. Noi preferiamo la sempreverde versione sporty, con jeans bootcut o tuta da ginnastica e felpa con cappuccio over, ma per le più audaci consigliamo l'effetto Instagram con abito elegante lungo ai piedi e tacco stiletto (11cm, of course).

6 La petite Pariesienne
Getty Images

Parigi A/R in un cambio di outfit: how to. O meglio: come è possibile sentirsi una perfetta parigina restando comodamente nella propria città? Et volià, le jeux soint faits! Il cappotto classico lungo al polpaccio, con doppiopetto e bottoni bombati in oro (che da bambine avremmo volentieri tenuto riposto nascosto in guardaroba) ci trasforma in clienti abituali del Cafè de Flore. Alt! L'effetto agée è assolutamente da evitare. Come? Anfibi, skinny jeans e mini tracolla.

7 Basic burgundy
Getty Images

La variante burgundy è sicuramente quella che, tra tutte le sue sfumature, rende il cappotto rosso meno aggressivo e meno audace. In un certo senso il vinaccia è quel colore che rende safe qualsivoglia outfit. Ok allora come abbinare l'ecopelliccia bordeaux? Noi ci sediamo dalla parte del back to basic, con pantaloni in pelle, mocassini classici e trucco nude effect.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito