Esistono almeno 5 marketplace rivoluzionari per noleggiare borse da mille e una notte

Un club per bag lover, una piattaforma couture virtuale e i siti di renting per occasioni speciali: il guardaroba del futuro è mobile.

paris, france   december 04 natalia verza aka mascarada paris wears a black wool cardigan, a brown leather geometric loewe bag, yellow monogram printed gucci pants, on december 04, 2020 in paris, france photo by edward berthelotgetty images
Edward BerthelotGetty Images

Affittare una borsa per tre mesi, prendere “in prestito” un abito per un weekend, noleggiare un abito da sera per una prima a teatro, è questo il futuro del guardaroba stagionale? Se i must have di stagione diventassero una commodity da avere ma non possedere, da fruire ma non trattenere, non sarebbe più smart, più etico, più sostenibile? E se il guardaroba a-stagionale diventasse il nostro patrimonio da mettere in una trust (aka cabina armadio), non condividere e non cedere mai, mentre i capi da passerella diventassero - finalmente - accessibili pagandone l’uso e non la proprietà? Con questa premessa sono nati i colossi americani Rent the Runway, tra i pionieri (nel 2009), e Nuuly, nuovo progetto in-house della Urban Outfitters Inc., e i primi casi italiani DressYouCan e Drexcode. Mentre a Londra si guarda già al futuro: il concetto di sito che affitta abiti firmati si supera con app-marketplace-social network che permettono a tutti gli utenti di mettere in affitto il proprio guardaroba in pochi click e con nuovi format a subscriptions che diventano club al quale appartenere per garantirsi beni di lusso stagionali.
La rivoluzione? Investimenti ridotti, esigenze di stile comunque raggiunte e carbon footprint diminuiti. E siamo solo all’inizio: come vi abbiamo già raccontato qui, secondo una recente ricerca di Allied Market Research, il mercato di noleggio di abiti di marca online, varrà nel 2023, 1,7 miliardi di euro. Conditio sine qua non che attirerà nuovi player, brand di moda e investitori a siglare nuovi progetti digitali innovativi. Per chi desiderasse lanciare una start up, questo sì, che potrebbe essere un settore in cui buttarsi… Intanto, vi raccontiamo qui 5 start up digitali che stanno già rivoluzionando tout court il concetto di moda, guardaroba e possesso.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
1 PER BAG LOVER: COCOON
Imaxtree

Alla condizione perenne vorrei ma non posso legata alle It-bag di stagione, ogni anno diverse, ogni anno più care, Cocoon risponde con un club: pagando una fee mensile, si ha diritto alla borsa dei desideri (Chanel, Bottega Veneta, Prada, Goyard…) e quando ci si stufa (o la sua fashion-carriera termina dopo pochi mesi) si chiede lo swap (il cambio) con un’altra borsa. Un servizio facile, accessibile e anche sostenibile che potrebbe cambiare le regole del mercato delle borse firmate.
N.B. Ancora in fase di start up, Cocoon è disponibile solo a Londra, ma lo aspettiamo/speriamo presto anche in iIalia.

Come funziona: si entra a far parte del Cocoon Club scegliendo tra Light, Premium e Deluxe Membership (a partire da ₤49).

Cosa noleggiare assolutamente: la nuova borsa Cleo di Prada, l’ormai iconica The Pouch di Bottega Veneta e una classica Chanel, per provarla almeno una volta nella vita.

Per info: Cocoon.club

2 PER TUTTI I GIORNI: ROTARO
Imaxtree

Rotaro si definisce una Cult Label Fashion Rental Platform. La sua fondatrice, Georgie Hyatt, ha le idee chiare: selezionare solo capi indossabili everyday firmati dai brand più cool (e desiderati) del momento come Ganni, Reformation, Shrimps, The Vampire's Wife o Rotate Birger Christensen. L'obiettivo? Un guardaroba in rotazione, sempre aggiornato, mai fuori moda.
N.B. Operativo solo nel Regno Unito, speriamo in un’espansione in Italia very very soon.

Come funziona: noleggio da 4, 8 o 12 giorni.

Cosa noleggiare assolutamente: non tanto cosa ma chi. Nella nostra lista dei desideri: Cecile Bahnsen, By Far, Medea, Stine Goya, The Attico e Rejina Pyo.

Per info: Rotaro.co.uk

3 COME BUSINESS: BY ROTATION
Imaxtree

È la prima social fashion rental app, una sorta di Airbnb dei guardaroba, dove chiunque può aprire un profilo e mettere in affitto i propri vestiti e accessori, scegliendo tempi, guadagni e condizioni. La vision di Eshita Kabra-Davie, founder di By Rotation? Far monetizzare il proprio fashion-patrimonio alle sue utenti e allo stesso tempo salvare l’ambiente, applicando i concetti di sharing economy e moda circolare.

Come funziona: profilo e pubblicazione di capi e accessori entrambi gratuiti; By Rotation trattiene il 15% sugli affitti conclusi.

Cosa noleggiare assolutamente: i pigiami orlati di piume di Daily Sleeper, gli abiti parigini di Rouje e i vestiti da cerimonia per-fet-ti di Self Portrait.

Per info: Byrotation.com

4 PER UN WEEKEND: DRESSYOUCAN
Imaxtree

Il place-to-go per affittare la valigia del weekend e indossare abiti firmati, e mai indossati prima, per 72 ore: su DressYouCan, oltre ad abiti da cerimonia, si possono noleggiare, con la formula 4 giorni (3 notti) daily dresses, tubini da sera, pumps, sandali gioiello… E all’occorrenza, anche tute da sci, mute subacquea o racchette da tennis.
N.B. Servizio disponibile in tutta Italia con la possibilità di visitare, su appuntamento, lo showroom a Milano.

Come funziona: noleggio da 4 gg.

Cosa noleggiare assolutamente: i maxi dress del marchio californiano Dôen, i tubini neri capolavoro di Dolce & Gabbana, l’abito a impero di Alexander McQueen e almeno un paio di décolletées gioiello di Manolo Blahnik.

Per info: Dressyoucan.com

5 PER LA SOIRÉE: DREXCODE
Imaxtree

La destinazione web per assolvere ad ogni Save the Date della stagione: prenotabili con anticipo (fino a 6 mesi prima) su Drexcode si possono noleggiare vestiti da cerimonia e abiti da sera corti, lunghi e midi, suddivisi, con precisione, in Occasioni d’Uso come Gala, Party Time, Cocktail o Cerimonia.
N.B. Servizio disponibile in tutta Italia con la possibilità di visitare, su appuntamento, lo showroom a Milano.

Come funziona: noleggio da 4 e 8 gg

Cosa noleggiare assolutamente: i mini abiti sexy romance di For Love And Lemons, i vestiti da cerimonia tulle&fiori di Needles&Thread, un paio di creazioni di Alberta Ferretti e un Vionnet alla prima occasione da abito lungo.

Per info: Drexcode.com

This content is created and maintained by a third party, and imported onto this page to help users provide their email addresses. You may be able to find more information about this and similar content at piano.io
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Tendenze