Gordon Ramsay chiude tutti i suoi ristoranti, è la fine del "diavolo in cucina"?

Il diavolo della cucina ha preso la decisione più importante della sua vita, spegnere per sempre la luce delle sue stelle (Michelin).

Pétrus, Savoy Grill e Lucky Cat. Sono i nomi dei tre ristoranti più frequentati a Londra, sono i nomi dei ristoranti che hanno vissuto della luce delle stelle Michelin da cui erano illuminati, sono i nomi dei ristoranti di Gordon Ramsay che oggi lo chef della tv ha deciso di chiudere. Stop alle cloche, alle prenotazioni, ai contratti di lavoro. Chef Gordon Ramsay licenzia tutte le sue brigate, è la notizia che sta circolando insieme alla news riguardante la positività al Coronavirus di Boris Johnson, primo ministro del Regno Unito che oggi fa parlare di sé, più del solito cioè. Con una lettera di rescissione del contratto lavorativo è così che Gordon Ramsay licenzia i suoi dipendenti, dopo che al personale era stato consigliato di spendersi in progetti di beneficenza online.

This content is imported from Instagram. You may be able to find the same content in another format, or you may be able to find more information, at their web site.

“Un gigantesco grazie al nostro sorprendente personale per la passione e il supporto. Spero di cuore che torneremo presto insieme”, scriveva solo lo scorso 21 marzo su Instagram Gordon Ramsay al suo team di lavoro. Dopo soli 6 giorni, però, le cose in casa dello “chef del diavolo” sono cambiate, e non poco, rovinosamente verrebbe da pensare. La crisi della ristorazione, dovuta alla chiusura o al profondo rallentamento delle attività a causa dell’emergenza Coronavirus in tutto il mondo, ha avuto ripercussioni fortissime non solo nelle piccole e medie realtà, ma è riuscita anche a spodestare dal suo trono infiammato, il diavolo della cucina?

This content is imported from {embed-name}. You may be able to find the same content in another format, or you may be able to find more information, at their web site.
This content is created and maintained by a third party, and imported onto this page to help users provide their email addresses. You may be able to find more information about this and similar content at piano.io
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da People