Reese Witherspoon ovvero la rivincita di una bionda che i bambini chiamavano "jaws"

Voleva fare il medico, è diventata attrice per gioco, e ora quel soprannome da "mascellona" lo porta con orgoglio (e tanta autoironia).

image
Getty Images

C’è una curiosità molto divertente che ha meritato un articolo negli Stati Uniti, e che riguarda Reese Witherspoon. Una delle marche di dolciumi più popolari oltreoceano, specializzata in leccornie al burro di arachidi, si chiama Reese’s e ha un profilo Instagram seguito da oltre 100 mila golosi. Reese’s, però, su Instagram segue un profilo solo: quello dell’attrice omonima. Interpellati su Twitter, i vertici dell’azienda hanno fornito una spiegazione concisa e ironica: “Ha un bellissimo nome”. Reese Witherspoon non è intervenuta nella vicenda ma l’avrà sicuramente seguita, divertendosi. A giudicare dal suo visino furbo e le sue misure mignon (è alta 156 cm) da eterna ragazza del liceo che fa innamorare tutti, deve essere dotata di una certa autoironia. Noi comuni mortali non ne avremo mai conferma, a meno di non avere la fortuna di conoscerla. Ma ci basta sapere che di qualità ne ha tante altre. Come quella di essersi dimostrata un’attrice di grande talento, sin dagli esordi.

Reese Witherspoon al Festival de Deauville (1991)
Getty Images

Reese Witherspoon biografia di una bionda au naturel. La nostra diva è nata il 22 marzo 1976 a Nashville, nel Tennessee, nome completo Laura Jean Reese Witherspoon. È figlia di un medico militare, John Witherspoon, e di un’infermiera, Betty. Ha un solo fratello, maggiore di lei, di nome John. “Reese” non è il suo terzo nome, bensì il cognome della mamma che le è stato attribuito insieme a quello del padre e che adotterà come nome d'arte. Sin da bambina, invece, il soprannome, che porta con immensa autoironia è “Jaws”, mascelle, che è anche il sinonimo più famoso dello squalo. Reese Witherspoon filmografia o rivincita di vita. A 14 anni legge su un giornale l’annuncio di un casting di comparse per un film e decide di provare per gioco. Viene presa, ovviamente, e si ritrova nel suo primo film, L’uomo della luna (1991), diretto da Robert Mulligan, con una parte più consistente di una semplice comparsa. Fino a quel momento le sue esperienze si limitavano a qualche posa pubblicitaria come baby modella, ma questo è il primo passo importante. Lei non ci crede ancora, deve finire la scuola e pensando che la parentesi con la recitazione sia già chiusa, progetta di darsi alla medicina come i suoi genitori. Si diploma al liceo Harpeth Hall, ma poi riguardo alla medicina cambia idea e si iscrive alla facoltà di Letteratura inglese a Nashville, presso la Stanford University. Viene convocata su un nuovo set, il film si intola Freeway. Sorpresa: vince il premio del Catalonian International Film Festival come miglior attrice. Prende quindi un anno sabbatico dal college per concentrarsi sulla recitazione. Al college non ci tornerà più.

Reese Witherspoon e Ryan Philippe
Getty Images

Appare in alcuni episodi della serie televisiva Friends ed è protagonista della miniserie Return to Lonesome. Gira Feeeway - No Exit (1996), ottenendo il premio come miglior attrice al Festival di Sitges, Paura (1996) di James Foley, Twilight (1998) di Robert Benton (Reese Witherspoon in Twilight lavora con Paul Newman e Gene Hackman). Ma il suo talento affiora prepotentemente in film come Pleasantville (1998), Election (1999) e Cruel Intentions (1999). Durante le riprese di quest’ultimo ritrova Ryan Phillippe, suo co-protagonista insieme a Sarah Michelle Gellar, che aveva conosciuto durante la festa del suo 21esimo compleanno. Nasce un grande amore. Reese Witherspoon e Ryan Phillippe si sposano nel 1999 e avranno due figli: Ava Elizabeth (1999) e Deacon (2003). Nel 1999, intanto, brilla in Election con Matthew Broderick, per il quale riceve una nomination al Golden Globe. Successivamente recita in American Psycho con Christian Bale (2000). Ma il suo più grande successo arriva con La rivincita delle bionde, del 2001, commedia che raggiunge il numero uno al botteghino e le fa ottenere una nuova nomination ai Golden Globe. Un tale boom al botteghino che se per questo film il suo compenso è stato di un milione di dollari, per il sequel potrà esigere un compenso di 15. E nel film successivo ne chiederà 20, diventando una delle attrici più pagate di Hollywood.

Reese Witherspoon col marito Jim Toth
Getty Images

Reese Witherspoon, Oscar. Nel 2005 gira Quando l’amore brucia l’anima - Walk the Line (2005), una biografia di Johnny Cash. Lei interpreta la cantante country June Carter e per quel ruolo, in un film che rimane un po’ di nicchia, vince un Oscar, un Golden Globe e un Bafta. Nel 2006 Reese Witherspoon e Ryan Philippe annunciano il divorzio senza dare motivazioni. Solo qualche anno dopo, nel 2014, Reese confiderà in un’intervista: “Ho cercato per qualche anno di stare bene, ma non puoi essere molto creativa quando il tuo cervello è come un uovo strapazzato”. Nel 2007 ha una storia d’amore con Jake Gyllenhaal. Ma non funziona proprio e dura ancora meno. In Rendition (2007) interpreta una donna in cerca del marito egiziano che, dopo essere diventato sospettoso di un attacco terroristico, scompare su un volo che collega il Sudafrica con gli Stati Uniti. Nella commedia natalizia Tutti insieme inevitabilmente (2008), lavora in coppia con Vince Vaughn. In Come lo sai? (2010) condividono il set Reese Witherspoon ed Owen Wilson, mentre in Come l’acqua per gli elefanti (2011) è con Robert Pattinson (e via al gossip mai confermato di una simpatia fra i due). Nella commedia d'azione Una spia non basta (2012) recita la parte della donna contesa fra due agenti della CIA interpretati da Chris Pine e Tom Hardy. In The Good Lie (2014) ha interpretato un assistente sociale che assiste i rifugiati sudanesi. Lo stesso anno ha lavorato in Wild (2014) e Vizio di forma (2014). Nel 2018 esce il film Nelle piaghe del tempo, pellicola basata su un romanzo di Madeleine L'Engle. Ma in questi ultimi tempi per tutti noi Reese Witherspoon e Big Little Lies sono un binomio che non riusciamo a scindere. Nella premiatissima serie televisiva interpreta il personaggio di Madeline Martha Mackenzie, una delle benestanti madri di provincia protagoniste della storia e interpretate da attrici del calibro di Laura Dern e Nicole Kidman. È andata così così con Ryan Philippe (comunque gli sono rimasti due splendidi figli), male con Jake Gyllenhaal, e con altri vari fidanzati. Ma alla fine l’amore sembra essere arrivato. Reese Witherspoon e Jim Toth, un agente cinematgracio conosciuto durante un meeting in una casa di produzione, diventano coppia fissa e con quest'ultimo l’attrice si è sposata nel 2011. Nel 2012 hanno avuto un figlio che è stato chiamato Tennessee James. Speriamo sia l'uomo giusto per lei. Intanto, noi aspettiamo la seconda stagione di Big Little Lies alla quale si aggiunge Meryl Streep, e che vedremo nella primavera del 2019.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Gossip