Nuova denuncia per Johnny Depp oggi = guai per l'ex Pirata dei Caraibi (sai che novità)

L'attore 55enne avrebbe aggredito a pugni il location manager del film City Of Lies durante le riprese.

image
Getty Images

Amber Heard. I problemi col fisco. I bodyguard. E ora anche i professionisti dei set che lo accusano di maltrattamenti. Johnny Depp 2018 = anno in salita totale per l’attore americano. O di discesa, ma nel senso negativo della carriera e della vita privata dell'attore americano simbolo di un cinema che ormai non c'è più. Schiavo del suo stesso personaggio sul quale tutti, dai media in avanti, hanno costruito uno storytelling che lo sta strozzando. Problemi a gogò che si trascinano come una corrente malefica in un fiume torbido, incasinato. Johnny Depp dimagrito (scheletrico per esigenze di copione, ma le preoccupazioni sono state tante), Johnny Depp ingrassato (sembrano passati secoli dallo storcere il naso per l’imbolsimento dell’ex sex symbol ribelle del cinema americano), Johnny Depp IL disastro. Totale. E su più fronti: si salva solo quello musicale per ora, che lo vede in tour con gli Hollywood Vampires (è passato anche da Lucca e Roma ed era - sembrava - abbastanza in forma). Per il resto, una china in discesa. Cos’è successo la tua stella si è eclissata, Johnny? Ce lo stiamo domandando da mesi, da anni forse, esaurito l'effetto-divertimento di Johnny Depp Jack Sparrow, il pirata storto ispirato a Keith Richards dei Rolling Stones nel look iconico. Dimmi perché non so di sbagliato che c'è, Johnny. Ancora una volta. TMZ ha riportato che Johnny Depp oggi è stato denunciato dal location manager Gregg Brooks per averlo preso a pugni.

Getty Images

Durante le riprese del film City Of Lies, incentrato sugli omicidi dei rapper Tupac Shakur e Notorius B.I.G. che insanguinarono la storia del rap a metà anni 90 del Novecento, l'attore avrebbe picchiato Gregg Brooks. Una reazione esagerata: prima minacciandolo, arrabbiato, per avergli detto che aveva solo una scena da girare, tanto che Brooks aveva chiesto ad un agente di polizia di restare nelle vicinanze per garantirsi un po’ di protezione. Inutile, a quanto pare. Johnny Depp lo avrebbe comunque seguito e gli avrebbe dato due pugni nelle costole, intenzionali, urlandogli “Chi c*zzo sei tu, non hai diritto di dirmi cosa devo fare”. Il location manager ha incassato e non risposto alle provocazioni, tanto che l’ex Pirata dei Caraibi si sarebbe inviperito ancora di più. E gli avrebbe offerto 100 mila dollari pur di ottenere un bel dritto sulla mascella in risposta. Risolvere la cosa con un rissa da galli nel pollaio = sooo Johnny. Che è stato allontanato dal set dai suoi bodyguard (no, non gli stessi che gli hanno fatto causa da poco) pur di sbollire le acque della N-esima giornata storta. Messo alle strette dalla stampa, il regista del film Brad Furman aveva minimizzato la situazione sostenendo l’attore: “è un professionista consumato, un grande collaboratore e sostiene gli altri artisti. Tratta la crew e tutti quelli che gli stanno intorno con rispetto, i film sono un momento stressante e molti eventi possono essere esagerati. Ci piacciono tanto le storie ma qui non ce n’è nessuna” aveva dichiarato Furman a Page Six nel maggio scorso, prima che la denuncia venisse depositata. A quanto pare, però, una storia c'è stata. E si inscrive nella grande narrazione declinante del selvaggio Johnny Depp età 55 anni e spirito di un ragazzino manesco. Con le conseguenze proprie di un uomo e di una star della sua età.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Gossip