Il toccante racconto di Sally Field sugli abusi del patrigno e l'aborto a 17 anni

Nell'autobiografia in uscita, la mamma di Forrest Gump ha svelato le violenze subite dal marito della madre e tutto quello che nessuna ragazzina dovrebbe vivere MAI.

71st Annual Tony Awards - Arrivals
Walter McBrideGetty Images

Sally Field abusata dal patrigno quando era bambina è un pugno nello stomaco. Nessuna bambina al mondo merita questo e sapere che è toccato anche alla tenera Sally Field, quella che abbiamo amato come protagonista di Fiori d’acciaio, come mamma di Forrest Gump, come la madre che cerca di garantire ai figli una vita regolare in Mrs. Dubtfire, è un ulteriore shock. Un dramma che l’attrice, oggi 71enne, ha raccontato nella sua biografia in uscita, In Pieces, scritta dopo aver atteso che la madre, l’attrice Margaret Field, non ci fosse più. Sally Field ha anticipato il contenuto del libro al New York Times e nell’intervista ha raccontato: “Mi sentivo una bambina indifesa, ma allo stesso tempo troppo grande per la mia età. Questo mi faceva sentire potente, ma poi mi rendevo conto di voler essere ancora una bambina”. La madre ha custodito con lei questo segreto solo da quando si è ammalata di cancro e la figlia, che stava per iniziare le riprese del film Lincoln diretto da Steven Spielberg, ha deciso “ora o mia più”. Sally le ha finalmente raccontato tutto e le ha spiegato l’incapacità, la vergogna, la mancanza di difese che da teenager le hanno impedito di dire “no” a quell’uomo, Jocko Mahoney, che ha approfittato di lei fino a quando ha compiuto 14 anni.

Sally Field adolescente, nel 1958.
Michael Ochs ArchivesGetty Images


Sally Field ha definito il patrigno “un pifferaio magico”, che aveva incantato la madre, sposandola, e indotto lei a tacere ogni volta che la attirava nella sua camera da letto. Margaret Field aveva divorziato dal commesso Richard Field, padre di Sally, nel 1951 e aveva poi sposato l’attore e stuntman Mahoney, famoso per aver girato anche un paio di film nel ruolo di Tarzan. Margaret divorziò da Jocko nel 1968 e l’attore è poi morto nel 1989, mai punito dalla legge per le sue colpe (che ci ricordano il dramma di un'altra attrice, Claudia Cardinale). Quando Sally era ancora minorenne la sua precocità indotta dal patrigno sfociò poi in una gravidanza indesiderata e un aborto segreto in Messico. L’attrice è riuscita poi a condurre una vita sentimentale relativamente regolare, sposandosi due volte, una con Steven Craig, da cui ha avuto Peter ed Eli, rispettivamente scrittore e sceneggiatore l’uno, e regista, attore e sceneggiatore l’altro. Dopo il divorzio, nel 1975, ha iniziato la famosa relazione con Burt Reynolds. Poi si è risposata con Alan Greisman nel 1984, dal quale, prima di divorziare nel 1993, ha avuto un altro figlio, Sam. Come abbia fatto a superare – o almeno a gestire – il trauma è presto detto: da come racconta nella biografia, ha usato la recitazione come una forma di terapia. Una terapia che le ha fruttato due Oscar e tre Emmy. Ma non è riuscito a cancellare quella malinconia nei suoi occhi, di cui solo ora capiamo il motivo.

Con la madre l’attrice Margaret Field.
Getty Images

This content is created and maintained by a third party, and imported onto this page to help users provide their email addresses. You may be able to find more information about this and similar content at piano.io
Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Gossip