Yasmin Le Bon: «Sui social è importante chi ti segue, non quanti ti seguono»

È stata un'icona degli anni 80, anni in cui una modella poteva ancora «essere anonima, avere una vita privata». Oggi, sempre al fianco di Simon Le Bon, crede nel potere del silenzio (e guarda al passato senza nostalgia).

image
Alvaro Beamud Cortés

GENERAZIONE TOP! Azzeriamo l'età come metro di misura e sostituiamola con l'eleganza (non solo nel vestire) e la personalità. Abbiamo scelto quattro modelle, con le quali attraversare quattro decenni: le età della nostra vita. La ventenne Chiara Scelsi, versatile e determinata, ha un bel futuro davanti a sé (ed è italiana!). La trentenne Karolina Kurkova, sempre ottimista, mamma e businesswoman. La quarantenne Carmen Kass è super indipendente e impegnata in progetti diversi. La cinquantenne Yasmin Le Bon (qui l'intervista), moglie di popstar, madre e nonna che vive senza nostalgia. Sono tutte protagoniste della nostra mostra open air a Milano durante la Fashion Week, in via della Spiga, dal 19 al 24 febbraio 2019.

Anglo-iraniana, 54 anni, è la ragazza che le coetanee ricordano su tutti i giornali degli anni 80. Perché era una super model e perché lei Simon Le Bon dei Duran Duran l’ha sposato davvero. Sono insieme da 34 anni, confermando che le unioni tra popstar e modelle possono funzionare (sono addirittura nonni: Saffron ha avuto un figlio l’anno scorso). Yasmin Le Bon, dopo oltre trent’anni di carriera, racconta com’erano quei tempi.

Abito asimmetrico in seta, Lanvin. Orologio, Chanel Horologerie; sandali Saint Laurent by Anthony Vaccarello.
Alvaro Beamud Cortés

Qual è stato il cambiamento più drastico rispetto a quegli anni?
Potevi essere anonima, avere una tua vita privata. Ora per una modella poter far sentire la propria voce è fantastico, così come avere la possibilità di esprimere le proprie idee. Ma non bisogna per forza diffonderle tutte. I social hanno dato la possibilità di essere più creativi e aperti al mondo, se lo si vuole. Il problema è capire quando è il momento di spegnere, di cliccare il tasto “off”. Oggi sembra obbligatorio dover diffondere la propria vita privata.

Yasmin Le Bon in passerella per Chloé ne 1988 alla fashion week di Parigi.
Daniel SIMONGetty Images

Però con suo marito è da sempre sotto i riflettori.
Certo, ma prima potevi decidere davvero cosa condividere di te. Oggi siamo sotto pressione, ci sentiamo obbligati a dire sempre qualcosa, a dare la nostra opinione sui temi più disparati. Vale per tutti, non solo per chi è più esposto. Puoi essere molto decisa su un tema e avere una forte opinione, ma tenertela per te. Bisogna essere consapevoli delle conseguenze, soprattutto sui social. Non è comunque questo il modo per produrre veri cambiamenti nella società. Non è una vera conversazione, è solo un’istantanea. Per me l’importante è chi ti segue, non quante persone ti seguono. È un mondo vuoto, non è il mio.

Yasmin con Simon Le Bon a Longleat, in Gran Bretagna.
Getty Images

È così riservata anche a casa?
No, lì è tutto diverso. Con la mia famiglia sono libera di condividere il mio cuore e quello che sento. Ho deciso di essere amica delle mie figlie (Amber, 29 anni; Saffron, 27; Tallulah, 24), anche se non sempre è la scelta più facile. Di sicuro sono mie alleate: siamo quattro contro uno. Quando siamo arrabbiate Simon viene completamente accerchiato!

Giacca doppiopetto e pantaloni in lana gessata, Dolce & Gabbana. Collier in oro bianco e bracciale Panthere con diamanti, onice e smeraldi, Cartier.
Alvaro Beamud Cortés

Miniabito in nappa con zip e maxi tasche, Fendi. Collana e bracciale i oro e diamanti , Tiffany & co. Servizio Maria Giulia Riva. Ha collaborato Giulia Malnati. Foto Álvaro Beamud Cortés. Trucco Luciano Chiarello per Atomo Management. Capelli Alessandro Rebecchi per Green Apple.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Gossip