Il fidanzato di Alexandria Ocasio Cortez è l'unico uomo al quale farebbe scrivere un discorso elettorale?

Riley Roberts ha 29 anni e da quattro è il più grande sostenitore della rivelazione politica USA.

image
Getty Images

La prudenza non è mai troppa. La prudenza della nuova queen social-e Alexandria Ocasio Cortez, poi, è insuperabile. Come la privacy che nemmeno le sue casalinghe dirette Instagram riescono apertamente a svelare. La più giovane deputata della storia americana ci tiene alla sua vita privata. Per questo del fidanzato di Alexandria Ocasio Cortez Riley Roberts abbiamo sentito parlare poco, o comunque soltanto come clava contro l’irresistibile ascesa social-e della 29enne congress woman del Bronx. Date ai Repubblicani un pretesto per attaccarla, e lo fa(ra)nno. Siano gli skinny di Alexandria Ocasio Cortez, sia il rossetto rosso, sia il look in bianco di AOC come è acronimo latin-funky di comodità, sia il caramello dolcevita. Per questo Riley Roberts, una selva di capelli fulvi e un sorriso da bravo ragazzo, preferisce un rigorosissimo understatement sin dai primi passi pubblici della più celebre fidanzata. Che lui sostiene come il più orgoglioso dei supporter da quattro anni a questa parte.

Di Riley Roberts anni 29 - come Alexandria - si hanno poche, frammentarie notizie. Il suo passato non è stato ancora investigato, ma la sua parola d’ordine sembra essere low-key in tutto e per tutto. Cresciuto nella Paradise Valley in Arizona, una delle zone più benestanti dello stato, Riley Roberts è figlio di un agente immobiliare e si è diplomato nel 2008 al Liceo Chaparral, prima di trasferirsi a Boston per l’università per studiare sociologia ed economia. Il suo curriculum vitae è asciutto ma concreto. Stando al suo profilo Riley Roberts su Linkedin, il fidanzato di Alexandria Ocasio Cortez di professione è capo del marketing di HomeBinder, un software creato appositamente per la gestione e la manutenzione delle cose di casa, oltre che consulente marketing e social di startup in campo tech. Riley Roberts è laureato alla Boston University, stessa università della deputata. Come si sono conosciuti Alexandria Ocasio Cortez e il fidanzato Riley Roberts, è il famoso caso che succede e cambia la vita: un incontro casual organizzato tutti i venerdì dal preside di facoltà per spingere gli studenti al dibattito. AOC aveva ricordato quel primo meeting in un’intervista a Vogue commentando il proprio look: “Vera moda da nerd” aveva svelato ridendo. Vale a dire, quando deve scoccare la scintilla non importa come sei vestita, scatterebbe comunque. Quattro anni fa, primo appuntamenti e finalmente l'ufficialità della loro relazione, con tanto di convivenza insieme nel Bronx (e ora, ovviamente, a Washington).

Con una fidanzata in grado di catalizzare l’attenzione e l’attesa del mondo intero, Riley Roberts si muove coscienziosamente nell’ombra. Ha lavorato attivamente per raccogliere fondi per la campagna elettorale (una bella sommetta di 1750 dollari attraverso il sito ufficiale, curato da lui gratuitamente). Ma a quanto risulta al New York Post, Riley Roberts non si è mai registrato per votare alle elezioni. Controsenso? Teoricamente sì, dato che la fidanzata è una strenua sostenitrice del diritto di voto e lo ribadisce sempre. Su Instagram Alexandria Ocasio Cortez è una delle politiche più seguite, su Twitter ogni giorno si spende a replicare a chi mette in giro voci su di lei, estendendo il dibattito. Ma Riley Roberts non è esattamente uno cui piaccia apparire in primissima persona, anche se nelle foto di gruppo attorno alla sua amata fidanzata non manca mai. Basta cercare l’altezza e un ciuffo di capelli rossi a debita distanza di sicurezza dalla catalizzatrice: nelle foto del giuramento di Alexandria Ocasio Cortez accanto alla mamma Blanca (che lo adora) e al fratello Gabriel, c’è anche Riley Roberts. Sorridente, barbuto, fierissimo.

Ma silenzioso, sempre. Mai sovraesposto, poco appariscente in pubblico, sostenitore dietro le quinte. Consigliere della fidanzata, sì, ma a titolo personale. Sia messo agli atti che la sottile calunnia tangenziale che lo speaker Luke Thompson, vice presidente di Applecart (in area repubblicana), ha cercato di ufficializzare in un presunto scoop, accusando apertamente la deputata di aver assunto il fidanzato Riley Roberts come consulente nel suo staff al congresso e ipotizzando uno stipendio da capogiro, è finita contro un muro EHM. È stato questo il momento in cui Riley Roberts, la sua mail e persino il suo numero di telefono sono diventati di dominio più che pubblico. Ed è stato l’attimo in cui Riley Roberts è passato dal ruolo di silenzioso fidanzato di Alexandria Ocasio Cortez a pericolosa spina nel fianco. Ma la deputata è intervenuta personalmente a spiegare perché, con tanto di sgridata social.

Un successivo chiarimento è arrivato da parte del capo dello staff di Alexandria Ocasio Cortez Saikat Chakrabarti sempre via Twitter: Riley Roberts non è a libro paga della compagna. E il fatto che abbia una mail istituzionale è solo per l'accesso agli impegni della fidanzata. “Non sta facendo alcun tipo di lavoro governativo. Può accedere al calendar come può farlo ogni coniuge, partner o membro della famiglia negli uffici del congresso”. In ogni caso, di fronte alle cascate di byte pro/contro Alexandria Ocasio Cortez Riley Roberts ha mantenuto un caustico, prudente silenzio. Di fronte ad un tale self control, non resta che sperare che le uniche a scalfirlo (forse) appartengano alla parentela: la suocera Blanca Ocasio Cortez che non vede l'ora che sposi la figlia ("Speriamo si sposino presto, anche se non mi hanno detto nulla dei loro piani" ha dichiarato mamma Ocasio Cortez al DailyMail) e la madre Charlotte Roberts che vuole diventare nonna a tutti i costi. Ma anche in questo caso, poco ma sicuro, Riley Roberts lascerà l'ultima parola ad Alexandria.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Gossip